Vaccinazione contro l'influenza per adulti e anziani

La popolazione svizzera è tutt’altro che unanime sul tema delle vaccinazioni. In Svizzera, infatti, quello delle vaccinazioni è un argomento molto controverso. Noi vi forniamo le informazioni, ma sarete voi a decidere se sottoporvi a vaccinazioni e, se sì, a quali.

29.09.2020

Lara Brunner

In Svizzera è in corso un acceso dibattito sulle vaccinazioni. Una delle quote di vaccinazione contro il morbillo più basse al mondo dimostra che la popolazione svizzera è tutt’altro che unanime. Vaccinarsi, sì o no: questa non è solo una questione di principio. È una domanda che ci si pone a ogni vaccinazione, per i propri figli e per se stessi. In più va aggiunto che l’offerta di vaccini è sempre più grande: lo dimostrano i vaccini annuali contro l’influenza, la trivalente contro morbillo, parotite e rosolia o il richiamo contro la pertosse. Quale vaccinazione è davvero necessaria? Noi vi forniamo le informazioni, ma sarete voi a decidere se sottoporvi a vaccinazioni e, nel caso, a quali.

Il virus dell’influenza si trasmette tramite goccioline rilasciate starnutendo o tossendo, attraverso l’aria, oppure toccando oggetti contaminati, come ad esempio le maniglie delle porte.

Ma con le misure di prevenzione giuste l’influenza può essere evitata: con misure igieniche (ad es. lavarsi regolarmente le mani) ed evitando contatti ravvicinati con persone che presentano i sintomi d’influenza è possibile ridurre il rischio di contagio. In più, un’alimentazione sana e l’attività sportiva possono ripercuotersi positivamente sul sistema immunitario, riducendo il rischio di infezione individuale.

L’Harding Center for Risk Literacy dell’Istituto Max Planck di sviluppo umano ha riassunto vantaggi e danni potenziali dei vaccini antinfluenzali sulla base di studi scientifici e ha sviluppato modellazioni:

Ogni 1000 persone vaccinate (colonna blu), tra 3 e 125 persone hanno sofferto di un’influenza causata dal virus dell’influenza entro massimo un anno, mentre . tra 77 e 313 persone hanno sofferto di una malattia simil-influenzale. Tra i non vaccinati, invece, su 1000 persone (colonna rossa) tra 13 e 125 hanno sofferto di un’influenza causata dal virus dell’influenza, mentre tra 94 e 377 persone hanno sofferto di una malattia simil-influenzale. Il numero di persone che ha visitato un medico a causa di una malattia delle vie respiratorie è risultato uguale tra vaccinati e non vaccinati.

L’Harding-Center for Risk Literacy ha analizzato vantaggi e danni potenziali dei vaccini antinfluenzali anche sugli anziani:

Ogni 1000 anziani non vaccinati (colonna rossa), tra 39 e 98 persone hanno sofferto di malattie simil-influenzali in un anno. Tra 4 e 17 persone sono state ricoverate in ospedale a causa di un’infezione influenzale o una polmonite. Tra 1 e 22 anziani non vaccinati hanno perso la vita.

Ogni 1000 anziani vaccinati (colonna blu), tra 21 e 84 persone hanno sofferto di malattie simil-influenzali nel corso di un anno. Tra 3 e 13 persone sono state ricoverate in ospedale a causa di un’infezione influenzale o una polmonite. Tra 5 e 14 anziani vaccinati hanno perso la vita.

Maggiori informazioni

Sintomi influenzali: cosa fare?

Con il Covid-19 possono manifestarsi sintomi simili a quelli di una normale influenza. Chi ha sintomi influenzali o da raffreddamento, rimanga a casa, si sottoponga all’autovalutazione del coronavirus o chiami il proprio medico per capire come procedere. Anche se il test sul Covid-19 dovesse risultare negativo, è meglio evitare contatti con altre persone per almeno 24 ore dalla fine dei sintomi.

Maggiori informazioni

Newsletter

Avrete la possibilità di approfondire le vostre conoscenze su temi attuali legati alla salute e riceverete tutte le informazioni sulle nostre interessanti offerte comodamente tramite e-mail. Abbonatevi gratuitamente alla nostra Newsletter:

Dies ist ein Pflichtfeld
Dies ist ein Pflichtfeld
Dies ist ein Pflichtfeld
Muss eine Email sein

Grazie della registrazione.

Le abbiamo appena inviato un’e-mail con un link di conferma su cui cliccare per concludere la registrazione.