Microbioma: che cos’è?

Miliardi di minuscoli organismi popolano il nostro corpo. Insieme formano una sorta di superorgano: il microbioma. Ma cosa significa e a cosa serve? Come posso migliorare il mio microbioma? Semplici consigli per rafforzare il microbioma e la salute.

12.03.2024 Daniela Schori 5 minuti

Che cos’è il microbioma?

Il microbioma nel nostro organismo svolge un ruolo decisivo per la nostra salute. È composto da batteri, virus, funghi e altri microrganismi. La maggior parte vive nel nostro intestino, ma anche sulla pelle, nella bocca e in altri organi.

Qual è la differenza tra microbioma, microbiota e microbi?

  • Per microbioma si intende l’insieme di tutti i microrganismi che popolano il corpo umano.
  • Il termine microbiota indica il complesso di microbi che vivono in una zona del corpo.
  • I microbi sono piccoli esseri viventi microscopici come batteri, virus e funghi che popolano, ad esempio, il nostro intestino

A cosa serve il microbioma?

Un microbioma variegato ci protegge innanzitutto dalle malattie. Il microbioma più grande vive nell’intestino: noto anche con il nome di flora intestinale, influisce sulla nostra salute e regola vari processi come la digestione, le difese immunitarie e il sistema endocrino. Altri microbioti, al contrario, sono efficaci solo in modo isolato. Per questo li analizzeremo solo brevemente.

Microbioma intestinale

Il microbioma nell’intestino è un centro di elaborazione complesso. Senza di esso la digestione non sarebbe possibile. I diversi ceppi batterici decompongono gli alimenti, in modo che il corpo possa assimilare le sostanze nutritive necessarie e produrre vitamine e acidi grassi vitali.

Un microbioma intestinale variegato ed equilibrato aiuta ad assimilare in modo più efficiente i nutrienti e a sfruttare meglio l’energia. La ricerca suggerisce che uno squilibrio della flora intestinale può influire sul peso e favorire l’obesità.

Il microbioma intestinale combatte gli agenti patogeni e alcuni batteri possono persino neutralizzare sostanze cancerogene. Un dettaglio curioso: il microbioma può influenzare anche l’umore. Pertanto, un intestino sano è importante non solo per la digestione e le difese immunitarie, ma anche per il benessere generale.

Altri microbiomi e funzioni

Microbioma cutaneo

La pelle ospita un proprio microbioma che costituisce una prima difesa contro gli agenti patogeni. Questi microbi mantengono la pelle sana e resistente e favoriscono la guarigione delle ferite.

Microbioma nella bocca

Anche nella bocca è presente un complesso microbioma che ne favorisce la salute. Una flora orale equilibrata è importante per denti e gengive e può prevenire infiammazioni e carie.

Microbioma nella vescica

Nella vescica, il microbioma favorisce la salute dell’apparato urinario e può prevenire infezioni e infiammazioni delle vie urinarie.

Microbioma nei polmoni

L’efficacia del microbioma dei polmoni è un nuovo ambito di ricerca. Le ricerche dimostrano che anche i polmoni possiedono un proprio microbioma, che contribuisce alla funzionalità polmonare e alle difese immunitarie.

Microbioma vaginale

Anche i nostri organi genitali, in particolare la vagina, sono popolati da microbi che li proteggono dalle infezioni.

Creare un microbioma: come fare?

L’alimentazione influisce molto sulla salute della flora intestinale, ma non solo. Ecco come rafforzare quotidianamente il vostro microbioma:

  • Partite da un’alimentazione equilibrata. La cucina mediterranea è l’ideale per creare il vostro microbioma.
  • I microbi prediligono le fibre di verdure, frutta, frutta a guscio, cereali integrali e legumi, che garantiscono una flora intestinale variegata.
  • Integrate con alimenti fermentati come yogurt, kefir o crauti, che contengono probiotici naturali.
  • Evitate alcol e zuccheri. Se l’equilibrio del microbioma intestinale viene meno, i batteri meno sani si riproducono.
  • Bevete a sufficienza; quotidianamente 2 litri di acqua o di tè senza zucchero.
  • Praticate regolarmente esercizio fisico nella vostra routine quotidiana.
  • Evitate lo stress eccessivo.

Il vostro microbioma può subire effetti negativi anche a causa dei farmaci, ad esempio antibiotici, lassativi o analgesici.

I probiotici favoriscono il microbioma?

I probiotici sono microrganismi viventi come lieviti o fermenti lattici che possono offrire benefici per la salute. Si trovano in determinati alimenti o sono disponibili come integratori alimentari. I probiotici favoriscono la proliferazione di batteri utili nell’intestino e possono contribuire alla ricostituzione del microbioma dopo un trattamento antibiotico. Fatevi consigliare in farmacia.

Oltre ai probiotici, anche i prebiotici favoriscono la salute della flora intestinale. Diversamente dai probiotici, i prebiotici non sono microrganismi: si tratta di fibre, vale a dire sostanze alimentari, che non vengono digerite dal corpo. Le fibre alimentano i batteri intestinali buoni. I prebiotici favoriscono quindi la proliferazione e l’attività dei batteri nell’intestino crasso.

Microbioma e malattie

Un microbioma equilibrato può proteggere da numerose malattie, mentre uno squilibrio porta a vari disturbi. I ricercatori collegano un microbioma danneggiato a disturbi digestivi, malattie autoimmuni e malattie croniche.

Microbioma danneggiato? Sintomi possibili:

  • problemi digestivi come flatulenza, diarrea o stitichezza;
  • infezioni frequenti;
  • lenta guarigione dalle malattie;
  • problemi cutanei come acne, eczemi o secchezza insolita;
  • stanchezza o mancanza di energie;
  • attacchi di fame o appetito alterato;
  • sbalzi d’umore o cali d’umore persistenti.

Microbioma e psiche

Il microbioma intestinale incide non solo sulla salute fisica, ma anche su quella psichica. Esso è strettamente collegato al nostro cervello e spesso i medici definiscono questo legame come «asse intestino-cervello». Questo asse garantisce lo scambio di segnali e informazioni tra cervello e intestino. Un microbioma intestinale sano può quindi migliorare l’umore e ridurre il rischio di malattie psichiche come la depressione e gli stati d’ansia. Viceversa, lo stress psichico può causare disturbi intestinali come la stitichezza.

Microbioma in neonati e bambini

Il microbioma inizia a svilupparsi sin dalla nascita. Il primo contatto con i microbi avviene nel canale del parto della madre e nel contatto diretto con la pelle. Nei primi mesi di vita la flora intestinale si sviluppa costantemente, influenzata dall’alimentazione e dai microrganismi nell’ambiente.

Un microbioma sano in neonati e bambini pone le basi per un sistema immunitario forte e una buona digestione e incide positivamente sullo sviluppo. Come si crea il microbioma dei bambini?

I bambini esposti a diversi microbi beneficiano di un microbioma variegato. Anche l’allattamento ne favorisce lo sviluppo, mentre in seguito servono un’alimentazione ricca di fibre e alimenti probiotici come yogurt e kefir. Anche l’esercizio fisico fa bene all’intestino. Occorre invece evitare zuccheri e stress; il microbioma dei bambini richiede quindi le stesse attenzioni di quello degli adulti.

All’età di circa 3 anni il microbioma è considerato maturo. Da questo momento occorre quindi preservare questa varietà con un’alimentazione equilibrata, abbondanti fibre e alimenti freschi, nonché con uno stile di vita attivo.

Il microbioma è un sistema complesso che ha forti ripercussioni su tutto il nostro organismo. Si è decisamente guadagnato la nostra attenzione. Assicuratevi quindi di preservare la varietà e l’equilibrio del vostro microbioma. Se necessario, rivolgetevi a uno specialista medico con esperienza in questo campo.

Continua a leggere

Consigli per un’alimentazione equilibrata
Ciò che si mangia e si beve influisce su salute e benessere. Ecco alcuni consigli per un’alimentazione equilibrata, ma con gusto.
13 febbraio 2017 5 minuti

L'alimentazione giusta contro lo stress
Sempre sotto tensione? La giusta alimentazione aiuta a scalare dolcemente la marcia.
1 luglio 2023 3 minuti

Newsletter

Approfondite ogni mese le vostre conoscenze su temi attuali legati alla salute e ricevete tutte le informazioni sulle interessanti offerte di tutte le società del gruppo Helsana * comodamente tramite e-mail. Abbonatevi gratuitamente alla nostra Newsletter:

Inviare

Grazie della registrazione.
Le abbiamo appena inviato un’e-mail con un link di conferma su cui cliccare per concludere la registrazione.

Purtroppo qualcosa non ha funzionato.

I suoi dati non sono stati trasmessi. Voglia riprovare più tardi.

* Il gruppo Helsana comprende Helsana Assicurazioni SA, Helsana Assicurazioni integrative SA e Helsana Infortuni SA.