Panoramica

Vaccinazioni prima di viaggi all’estero

Se state organizzando un viaggio in America Latina, Asia, Oceania o Africa, vi esponete a un rischio più alto di malattie. Per minimizzarlo potete adottare un comportamento che vi consenta di evitare il più possibile contatti con gli agenti patogeni. Una protezione efficace è offerta dalle vaccinazioni, che per l’ingresso in alcuni paesi di destinazione sono obbligatorie.

Impfungen und Vorbeugungen

Una protezione preventiva dal contagio è garantita ad esempio adottando sempre alcune regole igieniche, prestando attenzione all'acqua e agli alimenti assunti, utilizzando zanzariere e prodotti repellenti contro gli insetti, mascherine, ecc.

Quando vi preparate per un viaggio, sono tre i fattori dai quali dipende il vostro modo di affrontare la questione delle vaccinazioni:

  1. disposizioni in materia d'entrata nel paese di destinazione;
  2. diffusione di malattie infettive trasmissibili nel paese di destinazione e modalità del vostro viaggio (comfort, trekking, ecc.);
  3. stato di salute personale.
Vaccinazioni obbligatorie

La febbre gialla fa parte delle malattie infettive critiche. La vaccinazione contro questa malattia è raccomandata in genere per i viaggi nelle regioni tropicali del Sud America e nella maggior parte dei paesi africani subsahariani. In molti paesi di queste regioni vige peraltro l'obbligo di vaccinazione prima dell'ingresso nel paese. Dovete attestare l'avvenuta vaccinazione con il timbro ufficiale apposto sul certificato internazionale di vaccinazione giallo.

Per le vaccinazioni potete rivolgervi al vostro medico di famiglia, a un medico tropicale o a un centro per le vaccinazioni. Per vaccinarvi contro la febbre gialla dovete obbligatoriamente recarvi presso un centro per le vaccinazioni o un medico vaccinatore autorizzato.

Se possibile fate il vaccino con largo anticipo, in quanto diverse vaccinazioni devono essere ripetute e alcune raggiungono il massimo livello di efficacia solo dopo un certo lasso di tempo.

Prevenzione della malaria  
Contro la malaria, diffusa nelle aree tropicali, non esiste alcun vaccino. Se intendete recarvi in un paese ad alto rischio di malaria, prendete appuntamento per una visita dal medico da quattro a sei settimane prima della partenza. Potrà prescrivervi medicamenti di profilassi per proteggervi dall'infezione oppure darvi medicamenti da portare con voi in viaggio per l'autoterapia in caso di urgenza. In ogni caso proteggetevi nel corso del vostro soggiorno nel paese di destinazione, dormendo al riparo di una zanzariera impregnata, indossando abiti a maniche lunghe, preferibilmente di colore chiaro, e portando sempre con voi un spray contro le zanzare.
Speciale Ebola  
Il virus Ebola ha fatto la sua comparsa in Guinea, Liberia e Sierra Leone, ma si registrano alcuni casi isolati anche in Mali. Il problema Ebola resta comunque confinato principalmente all'Africa occidentale. Se intendete recarvi in un paese considerato a rischio, consultate attentamente le raccomandazioni del Dipartimento federale degli affari esteri DFAE.

 

Parole chiave

Prossimi articoli

Meno stress nel lavoro quotidiano

Una corretta gestione del tempo evita situazioni di stress superflue, consente di lavorare rilassati e migliora la motivazione.

Perché le visite profilattiche

In presenza di rischi elevati sono consigliate visite profilattiche. È importante la consulenza individuale del medico di famiglia o specialista.

Articoli simili

Helsana

L’assicurazione giusta all’estero

Una malattia all’estero può costare cara. Vale la pena assicurare i rischi elevati e avere sempre con sé la tessera di assicurazione malattia.

Al sicuro durante i viaggi all’estero

Un’accurata preparazione del viaggio evita cattive sorprese. Chi pensa a tutto può iniziare il soggiorno all’estero senza pensieri.

Temi con questo articolo

Rimanere sani e in forma

11 Articolo

La nostra sponsorizzazione

11 Articolo