Viaggiare in Thailandia in salute e sicurezza

Paese che vai, rischi per la salute che trovi. Pianificate un viaggio in Thailandia? Leggete qui quali malattie e rischi ci sono in Thailandia, e come potete proteggervi già prima di partire.

22.07.2022 8 minuti

Quali malattie ci sono in Thailandia?

Le zanzare infette rappresentano uno dei maggiori rischi che si corrono in Thailandia: trasmettono infatti un grande numero di malattie agli esseri umani. Qui trovate un elenco delle malattie contagiose trasmesse dalle zanzare in Thailandia:

La febbre dengue è diffusa in tutto il Paese. Il rischio di infezione è particolarmente alto nelle grandi città e durante la stagione delle piogge da maggio a ottobre. Le zanzare responsabili del contagio sono attive soprattutto di giorno, ma occorre essere prudenti anche di notte.

I sintomi della febbre dengue si presentano in genere da quattro a sette giorni dopo la puntura di zanzara. Tra i sintomi ci sono spesso febbre, eruzioni cutanee e forti dolori articolari, muscolari e alla testa. Nella maggioranza dei casi la malattia si supera dopo qualche giorno, il 40-80% circa dei contagiati non ha nessun sintomo. Solo in casi molto rari la febbre dengue può avere esito letale.

La febbre chikungunya è presente prevalentemente nel sud della Thailandia.

Il virus viene trasmesso dalla puntura di zanzara del genere Aedes e i sintomi si manifestano generalmente da sette a nove giorni dopo il contagio. Febbre alta e che sale rapidamente, dolori articolari intensi ed elevata sensibilità al tatto sono i sintomi tipici, che danno alla malattia il suo nome: «chikungunya» in italiano significa «ciò che piega» o «contorce». Più raramente le persone colpite presentano anche eruzioni cutanee. I disturbi si affievoliscono in genere dopo una o due settimane senza effetti a lungo termine.

Anche il virus Zika compare occasionalmente in Thailandia, soprattutto nelle province Chiang Mai, Chanthaburi, Phetchaburi e Bueng Kan. Viene trasmesso principalmente tramite punture di zanzara, ma è possibile contrarre il virus Zika anche attraverso il contatto sessuale. Particolare attenzione è opportuna per le donne in gravidanza, perché potrebbero trasmettere il virus al feto. Per questo motivo viene loro sconsigliato di viaggiare in questo Paese.

Un’infezione da virus Zika ha generalmente un decorso lieve. Si manifesta con svariati sintomi, come febbre, mal di testa, dolori muscolari, eruzioni cutanee, dolori articolari, congiuntivite o vomito, e svanisce da sé di solito dopo quattro-sette giorni. Solo raramente possono insorgere gravi complicazioni neurologiche. In una grande percentuale di infezioni le persone colpite non hanno alcun sintomo (decorso asintomatico). Se una persona si infetta durante una gravidanza, tuttavia, questo può causare gravi malformazioni al feto.

In Thailandia sussiste un rischio di malaria ridotto. Nelle aree rurali lungo il confine con il vicino Myanmar, però, il rischio di contrarre la malaria è più alto. Le aree centrali nel nord del Paese sono libere da questa malattia, come anche le città di Bangkok, Chanthaburi, Chiang Mai, Chiang Rai, Pattaya, la penisola Phuket e l’isola Ko Samui.

Esistono diversi tipi di malaria a seconda dell’agente patogeno, quindi i sintomi possono variare. La malaria da Plasmodium falciparum si manifesta con febbre oltre i 38 °C, brividi di freddo, dolori muscolari e alla testa e a volte vomito e diarrea. I sintomi possono presentarsi dopo sei giorni dalla puntura di zanzara nefasta. Ma attenzione: in alcuni casi la malattia si manifesta solo diversi anni più tardi. Se progredisce rapidamente, la malaria può rivelarsi fatale.

Il maggiore rischio di infezione da encefalite giapponese in Thailandia si incontra nelle regioni rurali e nel sud del Paese, soprattutto durante la stagione delle piogge.

L’encefalite giapponese è un’infezione virale del cervello. Il 90% delle persone infette non si accorge di aver contratto il virus. In pochi casi, perlopiù in persone anziane o bambini tra i tre e i sei anni, può però insorgere una meningite e si manifestano sintomi come mal di testa, convulsioni e alterazioni dello stato di coscienza. 

Come proteggersi dalle malattie in Thailandia?

Conoscere i rischi è un conto. Ma come potete proteggervi? Ecco alcuni consigli per viaggiare sicuri:

Buona protezione dalle zanzare

Diverse malattie in Thailandia vengono trasmesse dalle zanzare. Per molte di queste attualmente non esistono vaccinazioni, quindi la prevenzione contro le punture di zanzara è la migliore protezione. Ecco come proteggersi dalle zanzare:

  • Indossate capi lunghi e dai colori chiari
  • Dormite sotto zanzariere impregnate
  • Usate repellenti per insetti con il principio attivo DEET e icaridina, ad es. Anti Brumm forte
  • Impregnate i vostri vestiti e le zanzariere di permetrina, ad es. NoBite Textile.
  • Trattenetevi il più possibile in locali con zanzariere e climatizzatori
  • Lavatevi i piedi e cambiate le calze ogni giorno

Vaccinazioni consigliate per la Thailandia e protezione dalla malaria

La buona notizia è che, prima di partire potete farvi vaccinare contro alcune delle malattie presenti in Thailandia, come l’encefalite giapponese. Anche per la malaria esiste una protezione aggiuntiva: la profilassi, che potete assumere in anticipo o portare con voi in viaggio in caso di emergenza.

Richiedete una consulenza a uno specialista in medicina di viaggio almeno 6-8 settimane prima di partire. Il medico controllerà con voi quali vaccinazioni sono opportune o necessarie per il vostro itinerario e se dovete assumere o portare con voi medicamenti preventivi per la malaria.

Verificate assolutamente quali vaccinazioni sono raccomandate per la Thailandia.

Ecco le vaccinazioni necessarie per il vostro viaggio

Altri consigli di viaggio per la vostra salute

A seconda della zona in cui vi trovate, in Thailandia troverete condizioni igieniche peggiori rispetto alla Svizzera. Le temperature alte e l’elevata umidità dell’aria costituiscono inoltre le condizioni perfette per la crescita di organismi nocivi. Seguite questi consigli di salute per viaggiare in Paesi lontani:

  • Lavatevi spesso le mani con il sapone e asciugatele con asciugamani inutilizzati. Portate con voi del disinfettante.
  • Tenetevi lontano dagli animali, anche domestici.
  • Fate il bagno solo nel mare e nelle piscine clorate.
  • Portate con voi dei preservativi ed evitate rapporti sessuali non protetti.
  • Disinfettate e medicate ferite anche piccole con molta cautela.

Rinunciate a cibi freschi e verdure crude:

  • evitate prodotti freschi come insalate, gelato o maionese.
  • preferite pasti caldi fumanti: nei banchetti per le strade la cosa migliore è che siano appena stati tolti dall’olio o dal brodo.
  • non raschiate il piatto vuoto.
  • mangiate solo frutta che potete sbucciare voi.
  • bevete solo acqua sterilizzata oppure bottiglie sigillate industrialmente con anello di sicurezza intatto.
  • bevete le bevande senza cubetti di ghiaccio.

Febbre in Thailandia: cosa fare?

Nonostante tutte le misure di protezione manifestate uno o più dei sintomi menzionati? Purtroppo, a volte è possibile infettarsi anche con la protezione migliore.

Se durante o dopo il vostro soggiorno in Thailandia avete la febbre, consultate subito un medico. Informatelo del fatto che avete soggiornato di recente in una regione colpita dalla malaria. 

Com’è l’assistenza medica in Thailandia?

L’assistenza medica in Thailandia è garantita. Nei grandi ospedali thailandesi i medici parlano inglese, a volte persino italiano. Prima del trattamento gli ospedali richiedono una garanzia finanziaria, quindi una certificazione dell’assicurazione malattia, una carta di credito o un pagamento anticipato in contanti. In tal caso rivolgetevi assolutamente alla centrale per le chiamate d’emergenza Helsana al numero +41 58 340 16 11: si assumerà la garanzia dei costi, in modo che non dobbiate versare una cauzione.

Se viaggiate in regioni rurali, l’ospedale più vicino può essere molto lontano e possono esserci difficoltà nella fornitura di assistenza medica. La centrale per le chiamate d’emergenza Helsana vi aiuta a trovare un ospedale.

In ogni caso, portate con voi una farmacia da viaggio ben fornita, soprattutto se dipendete da determinati medicamenti.

Farmacia da viaggio per Thailandia, Australia ed Egitto

Informatevi sui consigli di viaggio per la Thailandia

All’estero non solo le condizioni sanitarie, ma anche quelle climatiche, politiche, economiche e culturali possono comportare rischi per noi sconosciuti. Assicuratevi di non perdervi nessuna informazione importante per viaggiare in sicurezza; ad esempio in fatto di criminalità in singoli quartieri delle città o allerte tsunami in determinati periodi dell’anno.

Tutti i consigli di viaggio e le informazioni sulla situazione attuale in Thailandia sono disponibili alla pagina del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Consigli di viaggio per la Thailandia

Controllate la vostra assicurazione malattia per la Thailandia

Purtroppo, non possiamo mai proteggerci al 100% da tutti i rischi. Se doveste avere bisogno di un trattamento medico in Thailandia, le conseguenze economiche per voi potrebbero essere gravi. Prima di mettervi in viaggio, verificate di essere assicurati adeguatamente in caso di emergenza. Con le assicurazioni integrative TOP, COMPLETA e WORLD, ad esempio, potete colmare le lacune dell’assicurazione di base.

Assicurazione malattia ottimale per viaggiare senza pensieri

Continua a leggere

Ecco le vaccinazioni necessarie per il vostro viaggio
Malattie in vacanza? Non con la copertura vaccinale giusta. Ecco come viaggiare ben vaccinati in Thailandia, Costa Rica, India e altri Paesi.
22 luglio 2022 8 minuti

Farmacia da viaggio per Thailandia, Australia, Egitto & co.
Con la farmacia da viaggio giusta siete pronti per ogni emergenza: checklist e informazioni sui farmaci per Thailandia, Australia ed Egitto.
22 luglio 2022 7 minuti

Newsletter

Avrete la possibilità di approfondire le vostre conoscenze su temi attuali legati alla salute e riceverete tutte le informazioni sulle nostre interessanti offerte comodamente tramite e-mail. Abbonatevi gratuitamente alla nostra Newsletter:

Inviare

Grazie della registrazione.
Le abbiamo appena inviato un’e-mail con un link di conferma su cui cliccare per concludere la registrazione.

Purtroppo qualcosa non ha funzionato.

I suoi dati non sono stati trasmessi. Voglia riprovare più tardi.