La lavanda ha un effetto calmante e rilassante

La lavanda ha un piacevole aroma che ricorda il sole e il mare. Ma questa pianta dai fiori lilla fa molto di più: favorisce il rilassamento, assicura sonni ristoratori e allevia i problemi di stomaco.

26.01.2021

Lara Brunner

La lavanda è una pianta suffrutice perenne resistente all’inverno, che può crescere fino a un metro di altezza. La pianta è originaria della zona mediterranea, ma da tempo ha conquistato i giardini e i parchi di tutta l’Europa. I suoi fiori di colore blu-viola sono molto appariscenti e raggruppati in spighe attorno al gambo. Il potere calmante della lavanda risiede nell’olio essenziale, la cui massima concentrazione si trova nei boccioli dei fiori. Pertanto, per estrarre più olio possibile, il raccolto avviene poco prima della piena fioritura.

Tra gli effetti della lavanda si annoverano quelli:

  • antisettico (germicida)
  • calmante
  • anti-flatulenza (efficace contro il meteorismo)diuretico
  • antispasmodico

Quali disturbi aiuta a combattere la lavanda?

La lavanda calma il sistema nervoso centrale e ha un effetto rilassante. Per questo è indicata in caso di irrequietezza, stress e disturbi del sonno. Aiuta a combattere la stanchezza e i sintomi della depressione, favorisce la circolazione del sangue e lenisce inoltre i dolori allo stomaco e i disturbi della digestione di origine nervosa.

Insonnia durante la crisi del coronavirus

Il coronavirus scatena in molte persone paure e preoccupazioni. Questo stress mentale può ripercuotersi negativamente sul sonno. Inoltre, a causa dell’isolamento domestico e del lavoro in home office, i ritmi sonno-veglia cambiano e ciò può provocare difficoltà ad addormentarsi e a godere di un riposo notturno privo di interruzioni. In questi casi la lavanda può essere un rimedio efficace.

La lavanda riduce inoltre le infiammazioni del nervo sciatico e del nervo trigemino e allevia il dolore martellante dovuto all’otite. Con questa pianta si possono addirittura trattare punture d’insetto, bruciature e cicatrici, e il suo effetto alleviante è garantito in caso di mal di testa ed emicrania.

Mal di testa o emicrania? Facciamo chiarezza.

Rimedio

Dolori e disturbi

Infuso di lavanda

  • Paure e preoccupazioni
  • Flatulenza
  • Disturbi del sonno
  • Stress e tensione
  • Crampi addominali
  • Disturbi psichici
  • Intestino irritabile
  • Pesantezza di stomaco

Olio di lavanda

  • Stress e tensione
  • Flatulenza
  • Crampi addominali
  • Punture d’insetto
  • Trattamento delle cicatrici

Bagno alla lavanda

  • Disturbi del sonno
  • Stress e tensione

Spray alla lavanda

  • Ustioni

Massaggio alla lavanda

  • Problemi digestivi
  • Dolori muscolari
  • Mal di schiena
  • Stress

Aceto alla lavanda

  • Pelle grasse
  • Acne

Il presente elenco non è esaustivo. Parlate con un medico specialista dell’esatto dosaggio, delle modalità di impiego e dei possibili effetti collaterali.

Ecco come utilizzare la lavanda

Infuso di lavanda

Versate uno o due cucchiaini di fiori di lavanda in 2 dl di acqua bollente per tazza. Coprite e lasciate in infusione per otto minuti. Bevetene una tazza tre volte al giorno dopo i pasti.

Massaggio alla lavanda

L’olio essenziale di lavanda può essere usato per effettuare un massaggio rilassante, che si rivela utile, ad esempio, contro mal di schiena o dolori muscolari. In caso di disturbi digestivi, dovreste massaggiare delicatamente con l’olio la parte superiore dell’addome in senso antiorario.

Buono a sapersi

Solitamente, l’olio di lavanda è impiegato per uso esterno, come ad esempio nel caso dei massaggi. Tuttavia, lo si può anche ingerire, magari insieme a dello zucchero o del miele. È sempre meglio, però, consultare preventivamente il medico. Gli oli essenziali possono provocare effetti irritanti sull’organismo. Per questo, si dovrebbero ingerire solo gli oli indicati a tale scopo. L’unico tipo di lavanda idoneo all’ingestione è la lavanda vera (Lavendula Angustifolia).

Bagno alla lavanda

Mettete dei fiori di lavanda in un sacchetto di garza e lasciatevi scorrere sopra l’acqua per il bagno. In alternativa potete mettere in acqua una manciata di fiori essiccati, lasciare la miscela in infusione per mezz’ora e poi versare l’infuso nell’acqua della vasca servendovi di un colino.

Spray alla lavanda

Riempite un nebulizzatore con acqua fresca e aggiungete qualche goccia di olio essenziale di lavanda. Spruzzate la miscela ottenuta sulla cute ustionata più volte al giorno.

Aceto alla lavanda

Mettete una manciata di fiori di lavanda freschi in una bottiglia con aceto di vino bianco o aceto di mele e chiudete il contenitore ermeticamente. Lasciate riposare la miscela per una settimana. Agitate il flacone ogni giorno per ottenere un risultato più intenso. Filtrate la lavanda dopo una settimana e versate l’aceto in una bottiglia scura.

Usi della lavanda in cucina

La lavanda è usata come spezia nella cucina francese, spagnola e italiana. Essa aggiunge al cibo un aroma pungente e leggermente amaro, simile al rosmarino. Per cucinare si possono usare sia le foglie di lavanda fresche o essiccate che i fiori di lavanda.

Lavanda: un’autentica panacea

Dai disturbi del sonno a quelli digestivi alle ustioni: la lavanda ha molteplici effetti e il suo campo di applicazione è davvero vasto. Le modalità di assunzione della lavanda dipendono dal disturbo di cui soffrite. Le più note sono l’infuso di lavanda e l’olio essenziale di lavanda.

La prossima volta che questa pianta fiorirà nel vostro giardino o sul vostro balcone, potrete testare direttamente la sua azione.

Newsletter

Avrete la possibilità di approfondire le vostre conoscenze su temi attuali legati alla salute e riceverete tutte le informazioni sulle nostre interessanti offerte comodamente tramite e-mail. Abbonatevi gratuitamente alla nostra Newsletter:

Dies ist ein Pflichtfeld
Dies ist ein Pflichtfeld
Dies ist ein Pflichtfeld
Muss eine Email sein

Grazie della registrazione.

Le abbiamo appena inviato un’e-mail con un link di conferma su cui cliccare per concludere la registrazione.