Urgenze dalla A alla Z

Il piccolo abbecedario delle emergenze più frequenti: sintomi, fattori scatenanti e i giusti comportamenti da adottare in casi gravi.

04.09.2020

Lara Brunner

Nelle emergenze mediche conta spesso ogni singolo secondo. I soccorritori devono agire rapidamente, ma anche con calma e con criterio. Si applica lo schema del semaforo:

  • Osservare
    Fate il punto della situazione: che cosa è successo? Chi è coinvolto? Chi è colpito?
  • Pensare
    Escludete pericoli per i soccorritori, il paziente e le altre persone.
  • Agire
    Mettete in sicurezza il luogo dell’incidente. Segnalatelo p. es. con il triangolo o con i lampeggiatori di emergenza. Chiamate il numero d’emergenza 144 e prestate i primi soccorsi.

Numeri d’emergenza

  • 112: numero d’emergenza europeo
  • 117: polizia
  • 118: pompieri
  • 144: ambulanza
  • 145: centro d’informazione tossicologica
  • 1414: Rega

Nell’app "Pronto soccorso" della Croce Rossa Svizzera (CRS) sono disponibili utili informazioni salvavita per i casi di emergenza.

Von der allergischen Reaktion bis zur Zerrung

Verschiedene Notfälle erfordern verschiedene Handlungen. Informieren Sie sich über die wichtigsten Details zu den häufigsten Notfällen:

Sintomi

Eruzione cutanea, orticaria, arrossamenti della pelle e/o degli occhi, prurito, gonfiori, naso che cola, starnuti, stimolo della tosse, dispnea, calo pressorio, perdita di coscienza, vomito, diarrea e vertigini

Fattore scatenante

Alimenti, punture di insetti, medicamenti, lattice

Come procedere

Chiamare il 144, praticare un’iniezione di adrenalina pronta all’uso e/o assumere medicamenti per le emergenze. Calmare il soggetto, portarlo eventualmente nella posizione laterale di sicurezza. Rianimare immediatamente i pazienti che non respirano.

Prevenzione

Le persone con allergie note (anafilassi) dovrebbero portare sempre con sé l’autoiniettore di adrenalina e i medicamenti
per le emergenze.

Ulteriori informazioni

Centro Allergie Svizzera

Sintomi

Forte mal di testa e vertigini, febbre alta, forte sete, battito cardiaco rapido e debole, calo pressorio, stato di sfinimento, limitazione dello stato di coscienza fino a perdita dei sensi

Fattore scatenante

Temperature esterne elevate e umidità, perdita di liquidi corporei a causa di un’attività fisica intensa

Come procedere

Chiamare il 144, portare il soggetto in un luogo più fresco. Rimuovere abiti attillati, slacciare i vestiti, applicare panni freschi/inumiditi, far vento alla persona. Somministrarle lentamente un po’ di acqua, sollevare il busto.

 In caso di calo pressorio: farla sdraiare e sollevare le gambe.

Sintomi

Difficoltà a respirare e a parlare, stimolo della tosse, espirazione sibilante, irrequietezza e ansia, sudorazione

Fattore scatenante

Infezioni alle vie respiratorie superiori, esposizione ad allergeni (p. es. polvere o polline), aria fredda, intenso sforzo fisico, stress emotivo

Come procedere

Porre la persona interessata in posizione seduta e comoda con la schiena diritta, aiutarla ad assumere i medicamenti e tranquillizzarla. Se la crisi persiste: chiamare il 144.

Nota

Durante una crisi, i pazienti asmatici riescono a dire di cosa hanno bisogno.

Sintomi

Occhi aperti, fissi o rovesciati verso l’alto, sguardo assente, spasmi, disturbi motori o alterazioni dello stato di coscienza

Come procedere

Non tenere fermo il soggetto. Non intervenire mentre la crisi è in corso. Collocare una coperta accanto alla testa, riduce il rischio di lesioni. Portare il soggetto nella posizione laterale di sicurezza.
→ Se non sono note crisi precedenti o la crisi è insolitamente violenta o prolungata: chiamare il 144.

Nota

Alcuni pazienti portano con sé un oggetto specifico distintivo (tessera, braccialetto, collana).

Sintomi

I sintomi sono molto vari: sensazione di fame, crampi, pelle fredda e umida, sudorazione eccessiva, stordimento, senso di debolezza, svenimento improvviso

Fattore scatenante

Livelli di glucosio nel sangue troppo bassi (ipoglicemia) o troppo alti (iperglicemia)

Come procedere
  • Ipoglicemia: assumere subito zucchero a rapido assorbimento (p. es. destrosio, succo di frutta).
  • Iperglicemia: bere molta acqua, iniettare una dose di insulina concordata in precedenza con il medico.

→ In caso di perdita di coscienza o insufficienza respiratoria: chiamare il 144.

Prevenzione

Controllare regolarmente i livelli di glicemia.

Come procedere

Esercitare pressione sulla ferita, sciacquare le ferite se piccole, non rimuovere corpi estranei.  In caso di emorragie gravi: chiamare il 144.

Nota

Se possibile, evitare il contatto con sangue estraneo. Fermare l’emorragia.

Sintomi
  • Insetti: dolori, gonfiore, emorragia
  • Zecca: eruzione cutanea parziale
  • Medusa: bruciore, pelle arrossata
  • Serpenti velenosi: dolori, puntura del morso, gonfiore, nausea, vomito, formicolio, shock, coma, paralisi, problemi di coagulazione
Come procedere
  • Insetti: rimuovere l’aculeo, lavare/disinfettare la ferita, raffreddare. In caso di shock allergico chiamare il 144.
  • Zecca: rimuoverla con una pinzetta, lavare/disinfettare la ferita, medicare con un antisettico.
  • Medusa: portare fuori dall’acqua il soggetto, sciacquare con aceto e poi con acqua calda. In caso di insufficienza respiratoria chiamare il 144.
  • Serpente: in caso di morso di un serpente velenoso chiamare subito il 144, sciacquare e disinfettare la ferita, rimuovere anelli, orologi e bracciali, evitare sforzi fisici e mantenere la zona colpita più bassa rispetto al cuore.
  • Altre ferite da morso: controllare il sanguinamento, sciacquare/disinfettare la ferita. Contattare il medico se si ha il sospetto di rabbia.

Sintomi

Lividi, dolori, gonfiori, posizione non naturale

Come procedere

Mettere a riposo la parte del corpo lesionata.
→ Se la persona non riesce a spostarsi da sé: chiamare il 144.

Sintomi

Paralisi unilaterale (volto, debolezza degli arti superiori e/o inferiori), disturbi della sensibilità (senso di intorpidimento), disturbi alla vista (p. es. sdoppiamento dell’immagine), linguaggio confuso o biascicato, mal di testa (in caso di emorragia cerebrale), disturbi dell’equilibrio, capogiro, disturbi della parola, dell’orientamento e della memoria

Fattore scatenante

Il cervello non viene più irrorato a sufficienza di sangue.

Come procedere

Test FAST → F (Face, faccia): la persona interessata ha una paralisi unilaterale? A (Arms, braccia): riesce a sollevare entrambe le braccia? S (Speech, linguaggio): parla in modo comprensibile? T (Time, tempo): chiamare il prima possibile il 144.

Se possibile, mettere il soggetto in posizione supina. Non somministrare liquidi o cibo, non assumere medicamenti anticoagulanti.

Sintomi
  • Negli uomini: dispnea e affanno, sudorazione, dolore violento/urente al petto, dolori alle spalle e alle braccia anche da ferme
  • Nelle donne: dolori mascellari, sensazione di oppressione e costrizione al petto, dispnea, nausea, vomito, disturbi all’alto ventre
Fattore scatenante

Depositi e ostruzioni nei vasi coronarici che compromettono il flusso di sangue al muscolo cardiaco

Come procedere

Chiamare il 144, evitare qualsiasi sforzo fisico, tenere il busto sollevato, assumere una posizione rilassata. Assumere i medicamenti personali per le emergenze, quali ad esempio nitroglicerina in spray. In caso di arresto cardiaco (il soggetto non risponde e non respira più), iniziare subito il massaggio cardiaco o utilizzare il defibrillatore.

Ecco come si pratica il massaggio cardiaco

Sintomi

Nausea e vomito, stato d’ebbrezza, sonnolenza, tosse, difficoltà respiratorie, perdita di coscienza, crampi addominali

Fattore scatenante

Medicamenti, sostanze chimiche, piante, generi voluttuari e droghe

Come procedere

Annotare cos’ha assunto il soggetto, quando e in quali quantità. Chiamare il centro d’informazione tossicologica al numero 145.
→ In caso di perdita di coscienza, insufficienza respiratoria o possibile tentativo di suicidio: chiamare il 144.

Nota

Non indurre il vomito.

Sintomi

Brividi, pelle fredda/pallida, respiro veloce, battito cardiaco accelerato, temperatura corporea bassa

Fattore scatenante

Temperatura esterna bassa, vento, umidità/precipitazioni, prolungata esposizione al freddo, sfinimento

Come procedere

Chiamare il 144, calmare il soggetto e scaldarlo lentamente con una coperta o coperta isotermica,  bevande calde, alimenti calorici.  Indossare abiti caldi e asciutti. Recarsi in un luogo protetto dal vento.

Sintomi

Battito cardiaco veloce, calo pressorio, sudore freddo, mani e gambe fredde, respiro veloce, irrequietezza o alterazione dello stato di coscienza

Fattore scatenante

Perdita di liquidi (emorragie, diarrea/vomito), embolia polmonare, infarto cardiaco, aritmie, allergie, setticemie e lesioni del midollo spinale

Come procedere

Far sdraiare il soggetto in posizione supina, fermare eventuali emorragie o ferite, rimuovere la causa dello shock. Assicurarsi che il soggetto non vada né in ipotermia né in ipertermia. Non somministrare cibo o bevande, chiamare il 144.

Sintomi

Dispnea, accesso di tosse, strozzamento, respiro sibilante, colorito bluastro delle labbra, perdita di coscienza

Come procedere

Chiamare sempre il numero d’emergenza.

Indurre a tossire, cinque colpi secchi tra le scapole con la schiena inclinata in avanti, cinque compressioni toraciche (manovra di Heimlich).  In caso di arresto respiratorio iniziare subito il massaggio cardiaco. 

Ecco come si pratica il massaggio cardiaco

Sintomi

Dolori, gonfiori, ematomi, limitazioni nella libertà di movimento

Fattore scatenante

Movimenti bruschi, passi falsi, influsso violento dall’esterno

Come procedere

Adottare lo schema RGCE, R: riposo (immobilizzare); G: ghiaccio (raffreddare); C: compressione (bendaggio di compressione); E: elevazione (sollevare la zona interessata).

Nota

Gli stiramenti interessano i muscoli, mentre le distorsioni riguardano le articolazioni.

Sintomi

Capogiro, perdita della coscienza per diversi minuti, mal di testa, stato confusionale, nausea, visione offuscata, vuoti di memoria

Come procedere

Far sdraiare il soggetto, chiamare il 144, fare attenzione a eventuali alterazioni delle condizioni della persona interessata.

Nota

In caso di commozione cerebrale vi è il rischio di un aumento pressorio nel cervello.

Sintomi

Arrossamento della pelle, sensazione di calore o calore intenso, prurito, dolori o completa insensibilità, vesciche, carbonizzazione, distruzione della pelle

Fattore scatenante

Scottatura solare, liquidi bollenti, oggetti roventi

Come procedere

Raffreddare la ferita con l’acqua (circa 20 gradi), applicare sulla ferita una benda sterile. Se dovesse essere necessaria assistenza medica, occorre coprire la ferita con della plastica (pellicola per uso domestico). Lasciare intatte le vesciche.
→ In caso di ustioni al volto, ai genitali, alle articolazioni e in caso di ustioni estese (o se si intravede lo strato di tessuto sottostante): chiamare il 144.

I sintomi elencati qui non sono esaustivi.

André Roggli André Roggli

André Roggli

André Roggli lavora come capo settore ad interim di "Formazione e volontariato" della Federazione svizzera dei samaritani, un’organizzazione di salvataggio della Croce Rossa Svizzera. Da esperto in primo soccorso egli impartisce ai non addetti ai lavori una formazione a diversi livelli. In più, presta regolarmente servizi sanitari nelle organizzazioni e in varie occasioni. Per questo articolo, André Roggli ha affiancato il team della redazione fornendo consulenza informativa e redazionale.

Parole chiave