Panoramica

Situazioni a rischio di infortunio pediatrico

La gioia di vivere dei bambini e l’incoscienza della gioventù sono assolutamente qualità positive, ma i bambini possono anche scoprire che non tutte le avventure hanno un lieto fine. Nasce così un effetto didattico. Finché il danno è limitato a un livido o un taglietto, nulla di grave. I bambini sono però esposti anche a pericoli seri ai quali devono essere sensibilizzati.

Kindernotfalle

I bambini sono esposti a una moltitudine di pericoli: nel traffico, mentre giocano, nel piazzale della ricreazione, in piscina, sul campo da calcio, mentre fanno il fuoco nel bosco e durante tantissime altre attività. Spesso i bambini non sono consapevoli dei pericoli e si lanciano spensierati nelle loro piccole avventure. Anche le abitazioni sono fonte di pericoli: forni e fornelli caldi, cavi elettrici, finestre aperte e ringhiere dei balconi, che invitano a intraprendere divertenti scalate, o anche le cassette dei medicinali e degli attrezzi, il cui misterioso contenuto si presta alle scoperte.

Esplorare i pericoli in modo giocoso

È importante ovviamente che i bambini facciano esperienze e imparino a essere autonomi. E anche i genitori più attenti non possono tenere d’occhio i propri bambini sempre e ovunque. Ciò che potete fare, però, è sensibilizzare i vostri bambini ai pericoli in modo giocoso, senza spaventarli. Potete per esempio insegnare a vostro figlio, con cautela, che l’ago punge. Oppure gli fate toccare alternativamente bicchieri contenenti acqua calda e ghiacciata, in modo che impari a conoscere la differenza tra bollente e freddo.

Nonostante tutta la prudenza, non si può mai escludere completamente che il bambino non subisca infortuni. I tipi più frequenti sono: cadute, urti, infortuni nel traffico, bruciature, ustioni, morsi di cane e intossicazioni. La fonte di gran lunga più frequente di infortuni è la casa.

Una farmacia pediatrica rifornita con intelligenza
Strumenti e mezzi ausiliari Materiale per medicazione Medicamenti essenziali Medicamenti supplementari o da portare in viaggio
  • Termometro
  • Lente d’ingrandimento
  • Benzina rettificata
  • Alcool 70%
  • Pinzetta appuntita
  • Forbici
  • Graffette per bende
  • Guanti
  • Bende di garza elastica autoadesiva, strette e larghe
  • Bende elastiche di diversa larghezza, eventualmente compresse sterili colorate, non adesive
  • Cerotti adesivi ipoallergenici
  • Cerotti medicati di varie larghezze, eventualmente con motivo a fumetti
  • Bendaggio combinato
  • Panno a triangolo
  • Ovatta o meglio tamponi in confezione sterile
  • Disinfettante che non brucia
  • Stick dopopuntura o gel contro le punture d’insetto
  • Impacco caldo/freddo (da conservare nel congelatore)
  • Supposte antipiretiche adatte all’età
  • Capsule o compresse di carbone attivo
  • Prodotto antischiuma
  • Pomata contro il raffreddore
  • Sport Gel
  • Estratto di camomilla
  • Gocce nasali
  • Supposte contro nausea e vomito
  • Capsule contro la diarrea
  • Sciroppo o gocce per la tosse, prudenza con i bambini sotto l’anno di età (leggere il foglietto illustrativo)

(Fonte: www.samariter.ch)

Il pronto soccorso non s’improvvisa

Anche per il pronto intervento nei casi di emergenza la chiave del successo è esercitarsi, esercitarsi ed esercitarsi ancora. Utili in tal senso sono i corsi di primo soccorso offerti dalle Sezioni samaritane, tra i quali vi sono anche corsi per la gestione delle emergenze con i bambini piccoli. Andate ai corsi

Prossimi articoli

Multitalento dalla lunga tradizione: ginepro

Sono pochi i rimedi naturali in grado concorrere con la storia di successo del ginepro. Già gli antichi egizi ne lodavano le virtù terapeutiche.

Forum sulla salute Helsana 2017

Che equilibrio sia: interessanti discorsi e dibattiti con esperti e tante celebrità. Sabato 1º luglio 2017 alla Kursaal di Berna.

Temi con questo articolo

Famiglie

10 Articolo

La giusta alimentazione

6 Articolo