Panoramica

Utile in caso di influenza estiva

Tosse, raffreddore e raucedine – tutto questo nel bel mezzo dell’estate! Cos’è l’influenza estiva e qual è il modo migliore di trattarla e proteggersi da essa.

Il naso gocciola e la testa fa male. Si comincia a tossire sempre di più. Il piano di trascorrere le calde giornate d’estate all’aria aperta sfuma. Ci si sente influenzati e si vuole solo restare a letto.

Ma come può essere? Avere tosse e raffreddore durante la stagione calda sembra assurdo, ma anche in estate i virus circolano e possono scatenare un’infezione influenzale. Così il nostro sistema immunitario viene reclamato anche in estate, non solo in inverno. Per fortuna però l’influenza estiva non è una malattia grave, anche se si tratta di un’influenza.

Differenza tra influenza estiva e influenza

Con influenza estiva si intende solitamente un raffreddore, una cosiddetta infezione influenzale, che può essere scatenata da diversi tipi di virus. Spesso sono coinvolti i cosiddetti enterovirus. Questi virus si riproducono nell’intestino e vengono espulsi tramite le feci. Diversamente dalla maggior parte dei raffreddori e dall’influenza spesso gli enterovirus vengono quindi trasmessi tramite infezione da contatto, come una stretta di mano.

Il termine influenza estiva, quindi, in realtà è sbagliato: rinite e raffreddore non sono influenza. La vera influenza si manifesta in inverno. I virus influenzali la scatenano. I profani spesso utilizzano i due termini nella stessa maniera. Dal punto di vista medico, si tratta però di due diversi quadri clinici.

La differenza tra raffreddore e influenza è evidente anche nella manifestazione dei sintomi e nella gravità della malattia. Un raffreddore si sviluppa in diversi giorni e, di norma, dopo una settimana ci si sente di nuovo meglio. I sintomi dell’influenza, al contrario, si manifestano all’improvviso. I pazienti rimangono a letto fino a dieci giorni e ci impiegano settimane per riprendersi bene.

Tipici sintomi dell’influenza estiva

Sebbene i virus del raffreddore estivo non abbiano nulla a che fare con la tipica influenza, i disturbi coincidono parzialmente. I tipici sintomi di un’influenza estiva sono:

  • raffreddore,
  • tosse,
  • mal di gola, orecchie, testa e dolori agli arti,
  • inappetenza,
  • febbre,
  • brividi,
  • occasionalmente dolori addominali e diarrea.
Durata

La fase acuta di un’influenza estiva dura circa tre giorni. Coloro che manifestano un inasprimento dei disturbi, farebbero meglio a consultare il proprio medico di famiglia. Questo vale d’altronde anche se insorge febbre alta e la temperatura supera i 39 gradi. Ci vuole circa una settimana prima che il raffreddore sia completamente superato.

Rimedi casalinghi e medicamenti: ciò che aiuta

Come si possono alleviare al meglio i sintomi dell’influenza estiva? Importante: il corpo ora ha bisogno soprattutto di tanta tranquillità. Per quanto il bel tempo e le tiepide sere estive possano essere allettanti, riguardatevi per circa una settimana in modo da poter riacquistare le forze; altrimenti vi trascinerete soltanto il virus.

In caso di influenza estiva i tipici rimedi casalinghi aiutano contro il raffreddore, il mal di gola e la tosse.

Consigli per il trattamento:

  • Cura del sudore
    Se vi state raffreddando, sottoporvi a sudorazione può fare miracoli poiché aumenta le difese immunitarie. Fate un bagno caldo con un paio di gocce di olio di timo e bevete una o due tazze di tisana sudorifera (sambuco, fiori di tiglio, fiori di camomilla, zenzero). Mettetevi quindi a letto e copritevi bene. Attenzione: la sudorazione eccessiva non è adatta a chi soffre di problemi cardiaci o di circolazione.
  • Bere
    Introducete molti liquidi: acqua, tisane o succhi di frutta.
  • Mal di gola
    Bevete tisane di camomilla, salvia e timo o latte caldo con miele. Riducono l’infiammazione.
  • Tosse secca
    Latte caldo con il miele o tisane di piantaggine e alla rosa canina riducono l’irritazione. Se la tosse è grassa sono indicate le tisane di primula, finocchio, anice o timo.
  • Raffreddore
    Sciogliete un cucchiaino di sale in un litro d’acqua. Risciacquatevi il naso. In questo modo liberate la cavità nasale da virus e batteri.
  • Febbre
    Il principio attivo paracetamolo o gli impacchi ai polpacci aiutano a far abbassare la temperatura.
  • Impacchi ai polpacci
    Impregnate due panni di acqua e aceto e applicateli sui polpacci. Avvolgeteci attorno un asciugamano e copritevi. Quando i panni a contatto con la pelle sono nuovamente caldi, fate nuovi impacchi.

Per quanto l’influenza estiva è contagiosa?

Coloro che starnutiscono o tossiscono spesso, diffondono virus nell’aria che possono essere trasmessi tramite goccioline infette. Nei primi due o tre giorni si è particolarmente contagiosi. Il rischio di contagio può però durare fino a una settimana. Evitate quindi il contatto con gli altri. Tuttavia, il raffreddore si può trasmettere già prima della manifestazione della malattia: dato che i virus si sono già annidati, il rischio aumenta enormemente anche prima dei primi sintomi.

Esiste una vaccinazione contro l’influenza estiva?

Il vaccino anti-influenzale è previsto esclusivamente per i virus influenzali invernali. Non esiste alcun vaccino contro le infezioni virali contratte durante l’estate. Dunque è ancora più importante proteggersi da un’infezione.

Con questi consigli potete prevenire un’influenza estiva

Per prendere un raffreddore non occorre che faccia freddo. È già sufficiente che il proprio sistema immunitario sia indebolito e così per gli agenti patogeni il gioco è facile.

  • Bevete a sufficienza. Tenete le vostre mucose umide.
  • Arieggiate regolarmente gli ambienti. Fate spesso movimento all’aria aperta.
  • Evitate climatizzatori e correnti d’aria.
  • Lavatevi regolarmente le mani con il sapone.
  • Evitate luoghi affollati.
  • Dormite a sufficienza e mangiate in modo sano.
  • Non indossate vestiti bagnati o sudati per troppo tempo.
  • Non esponetevi in pieno sole. Prendere il sole a lungo rende più soggetti a infezioni virali. Potete indebolire il sistema immunitario.
  • Attenzione alle bevande ghiacciate: sono sicuramente rinfrescanti, ma possono raffreddare troppo le mucose che, di conseguenza, non riescono più a difendersi adeguatamente dai virus.

Parole chiave

Influenza e raffreddore:questi rimedi aiutano

Vi siete presi l’influenza o il raffreddore? Scoprite qui quali rimedi casalinghi aiutano contro febbre, tosse e mal di gola.

Consigli per un’alimentazione equilibrata

Ciò che si mangia e si beve influisce su salute e benessere. Ecco alcuni consigli per un’alimentazione equilibrata, ma con gusto.

Temi con questo articolo