Mandato precauzionale: pronti in caso di emergenza

Un incidente o una grave malattia possono stravolgere la vita. Chi decide quando una persona non ha più capacità di discernimento? Con un mandato precauzionale avete la certezza che le vostre volontà siano rispettate.

20.04.2023 Laetitia Hardegger 5 minuti

Con l’avanzare dell’età, la tematica previdenziale assume un’importanza sempre più centrale. Molti dimenticano, tuttavia, che la salute non è legata solo all’età. La nostra vita può essere stravolta anche senza preavviso, ad esempio da un incidente. Per essere certi che in situazioni di questo tipo i propri desideri vengano rispettati e siano coinvolte le persone di fiducia di propria scelta, si hanno a disposizione le seguenti opzioni:

  • un mandato precauzionale disciplina aspetti come la cura della persona, la gestione del patrimonio e la rappresentanza in questioni legali;
  • nelle disposizioni del paziente il soggetto stabilisce per iscritto le proprie volontà in materia di terapie e misure mediche.

Il modello di mandato precauzionale è disponibile sul sito web del nostro partner, la Croce Rossa Svizzera (CRS). Inoltre, la guida al modello di mandato precauzionale vi aiuterà ad approcciare questo tema. La CRS offre inoltre servizi di consulenza in materia, ma anche un colloquio con il medico di famiglia può essere utile in fase decisionale.

Modello di mandato precauzionale

Che cos’è un mandato precauzionale?

Il mandato precauzionale stabilisce chi può prendere decisioni al vostro posto. Può trattarsi del coniuge o dei figli, ma anche di un’altra persona di fiducia. Il mandato precauzionale è suddiviso in tre parti:

  • La «cura della persona» regola le decisioni nella vita di tutti i giorni
    Aiuto nelle faccende domestiche, apertura della posta, gestione della corrispondenza personale, forma di assistenza desiderata
  • La «cura degli interessi patrimoniali» assicura la regolare gestione patrimoniale,
    l’evasione dei pagamenti, la gestione del reddito e del patrimonio e il prosieguo delle attività per gli autonomi
  • La «rappresentanza nelle questioni legali» riguarda tutti gli aspetti legali
    Tutti gli atti giuridici con le autorità e altri enti pubblici o privati, stipulazione di contratti, invio della dichiarazione d’imposta, dispensa dal segreto medico o d’ufficio

Come si redige il mandato precauzionale?

La legge in materia è tassativa: il mandato precauzionale è valido in Svizzera solo se scritto interamente a mano, datato e firmato. Nel dubbio, si possono predisporre analisi grafologiche. Assicuratevi che, in caso di emergenza, il mandato precauzionale sia facilmente reperibile. Potete anche decidere di conservarlo presso un ente ufficiale.

Nel mandato precauzionale si può decidere come gestire tutte le questioni contemplate oppure solo quelle relative a determinati ambiti.

Chi non è in grado di redigere il mandato precauzionale di proprio pugno, può farlo insieme a un notaio, il quale certifica che la persona in questione era capace di discernimento nel momento in cui è stato redatto il mandato precauzionale e che il contenuto di quest’ultimo corrisponde alla sua volontà. La procedura è a pagamento e i prezzi variano da cantone a cantone.

Cosa succede in assenza di un mandato precauzionale?

Se una persona sola, vedova o che vive in concubinato non ha un mandato precauzionale, l’Autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA) decide se predisporre una curatela esterna oppure se concedere ai familiari facoltà decisionale.

Se in un matrimonio o in un’unione domestica registrata una persona diviene incapace di discernimento, l’altro coniuge ha diritto di rappresentanza per le incombenze di carattere quotidiano. A tal fine devono vivere nella stessa economia domestica o essere in grado di prestare personalmente regolare assistenza.

Diverso invece il discorso per gli atti giuridici che riguardano questioni straordinarie: senza un mandato precauzionale valido lo Stato partecipa al processo decisionale e per tali decisioni serve un’autorizzazione dell’APMA. Tra queste rientrano, ad esempio, la vendita di immobili, l’aumento di un’ipoteca o l’accettazione oppure la rinuncia a un’eredità.

Buono a sapersi

  • È possibile designare persone fisiche e giuridiche diverse per incombenze differenti. Ad esempio, una figlia può occuparsi della gestione patrimoniale mentre un’avvocatessa o un avvocato assume la rappresentanza legale.
  • Parlate del mandato precauzionale con le persone designate e chiarite già in anticipo gli indennizzi finanziari per il lavoro generato da tale compito di rappresentanza.
  • Comunicate a queste persone dove avete riposto il mandato precauzionale e assicuratevi che possano accedervi. È possibile registrare il mandato precauzionale nel registro di stato civile del comune di domicilio oppure depositarlo presso un notaio. Esiste anche una banca dati nazionale, «Infostar». Anche qui è possibile disporre una registrazione circa l’esistenza di un mandato precauzionale e il luogo in cui è conservato. Rivolgetevi all’Ufficio di stato civile del vostro comune.
  • Finché siete in possesso della vostra capacità di discernimento, potete revocare o modificare il mandato precauzionale in qualsiasi momento.
  • A seconda dell’età e della situazione di vita, può essere opportuno far confermare dal medico la vostra capacità di discernimento al momento in cui è stato redatto il mandato precauzionale.

Continua a leggere

Spesso è inevitabile: la casa di cura
Quando la salute rende impossibile una vita indipendente a casa, è necessario valutare l’entrata in una casa di cura.
13 febbraio 2017 4 minuti

Cure geriatriche a domicilio: finché si può
Le persone anziane vogliono vivere il più a lungo possibile tra le proprie quattro mura. Ma la necessità di cure crea una situazione nuova.
13 febbraio 2017 3 minuti

Newsletter