Panoramica

Colpo della strega: un mal di schiena improvviso

Circa l’80% degli svizzeri soffre di mal di schiena una o più volte all’anno. Il colpo della strega (lombalgia) è molto doloroso e colpisce la zona lombare. Ecco le cause, le terapie e come prevenirlo.

Chi ne è colpito cammina curvo come una strega. Nel Medioevo si credeva che il dolore venisse causato da forze soprannaturali. Ecco due possibili spiegazioni per cui chiamiamo oggi questo acuto mal di schiena «colpo della strega».

Che cos’è il colpo della strega?

Un colpo della strega provoca un dolore lancinante e improvviso al tratto dorso-lombare della colonna vertebrale. Spesso viene causato da un movimento brusco o da uno sforzo. È noto anche come «lombalgia» o «lombaggine».

Chi ne è colpito accusa un forte dolore nella parte bassa della colonna vertebrale, che rende impossibile compiere qualsiasi movimento. Per non sentire il dolore si assume una posizione antalgica. Il dolore si fa più acuto quando si tossisce, si starnutisce o si ride. Questi sono i sintomi tipici del colpo della strega. Una lombalgia acuta può essere scatenata torcendo la schiena, piegandosi o alzandosi in modo maldestro. Spesso basta sollevare un oggetto pesante per procurarsi forti dolori improvvisi alla schiena. Un movimento sbagliato può irrigidire i muscoli profondi della colonna vertebrale. Per evitare dolori nella regione lombare della schiena, il cervello reagisce di riflesso. I muscoli si contraggono per impedirci di muoverci. Si tratta di un meccanismo di protezione del corpo. Di conseguenza, i muscoli si contraggono ancora di più, sono eccessivamente sollecitati e si irrigidiscono. Si entra così in un circolo vizioso in quanto ciò va ad aggravare il mal di schiena. Le cause più frequenti di un colpo della strega sono una vertebra bloccata nella regione lombare, tensioni o strappi muscolari e una degenerazione dei dischi intervertebrali. Un improvviso colpo della schiena può essere causato da un inarcamento e da una sporgenza di un disco intervertebrale. Il dolore deriva dalla compressione del nervo per effetto dell’inarcamento o dall’infiammazione che ne risulta.

Cosa fare se si viene colti da un colpo della strega?

Il calore, il freddo, gli analgesici o la cosiddetta posizione seduta a terra posso aiutare a contrastare il dolore. In generale, è tuttavia importante restare attivi. Fate brevi passeggiate. Alternate la posizione distesa con quella in piedi e quella seduta.

Nella posizione seduta a terra, la testa e la schiena sono allineati a terra. Le ginocchia e le gambe sono collocate su una sedia formando un angolo retto. Questa postura rilassa il nervo sciatico e i muscoli lombari. Gli analgesici che contengono ibuprofene, paracetamolo o antinfiammatori non steroidei (FANS) sono altrettanto efficaci contro i dolori acuti alla schiena. Dati gli effetti collaterali e il rischio di dipendenza associati alla loro assunzione, si consiglia di consultare prima il proprio medico. Potete alleviare in parte i dolori sottoponendovi a terapie per il rilassamento muscolare, ad esempio un massaggio o delle compresse calde o fredde. Se i dolori sono forti il calore può portare sollievo. Potete ad esempio appoggiare sulla schiena una borsa dell’acqua calda. Il calore dilata i vasi sanguigni e distende le tensioni. In alcune persone il freddo funziona meglio. Appoggiate un cool pack sulla zona dolorante. Dopo circa tre giorni il dolore diminuisce notevolmente. Se il vostro stato non dovesse migliorare, consultate un medico. Ciò che conta è individuare la causa del colpo della strega e risolverla.

L’obiettivo primario del trattamento è alleviare il dolore. Una volta diminuito il dolore, chi ne è colpito ricomincia a muoversi di più e dovrebbe continuare a farlo anche perché il riposo a letto è tutt’altro che indicato in questi casi. Il riposo a letto e lo scarso movimento, infatti, intensificano i dolori e ritardano la terapia. Correte inoltre il rischio di incappare in un altro colpo della strega. Cercate di rimanere attivi e di restare in movimento. In questo modo impedirete ai muscoli di irrigidirsi ancora di più e di atrofizzarsi.

Muscoli forti grazie a Helsana Coach

Rafforzate i muscoli della vostra schiena e gli addominali o il tronco, e inserite qualche pausa durante il lavoro per muovervi un po’. Nell’app Helsana Coach troverete tanti programmi di allenamento da seguire a casa. L’app Helsana Coach vi aiuterà a raggiungere i vostri obiettivi, accompagnandovi passo dopo passo. Scaricate ora Helsana Coach e muovetevi di più.

Maggiori informazioni  sull’app Helsana Coach

Ernia del disco o lombalgia?

L’ernia del disco si manifesta spesso con sintomi neurologici: formicolio alla gamba o paralisi dei muscoli della gamba. Chi ne è colpito fa fatica a stare sulle punta dei piedi o sui talloni.

Il colpo della strega può essere uno dei sintomi di ernia del disco. I dischi intervertebrali sono anelli cartilaginei interposti tra i corpi vertebrali della colonna vertebrale e fungono da ammortizzatori. Chinandoci, la pressione aumenta e il disco intervertebrale o il materiale discale si protende in avanti. Questa cosiddetta protrusione discale è uno stadio preliminare dell’ernia del disco. Compaiono sintomi tra cui dolori, disturbi sensoriali e paralisi della gamba.

Può esserne interessato anche il disco intervertebrale all’altezza della colonna cervicale. In tal caso, i dolori si presentano per lo più a livello della cervicale e si irradiano nel braccio, nella mano e nella nuca. Sono spesso accompagnati da torpore o formicolio.

Il medico è in grado di diagnosticare una lombalgia o un’ernia del disco. Per farlo, questi esaminerà ad esempio la sensibilità nella zona lombare e nelle gambe, la mobilità e i riflessi.

Quali rimedi fitoterapici sono efficaci?

Per mal di schiena lievi si può ricorrere alla capsaicina, il principio attivo principale del peperoncino. La capsaicina viene usata sul corpo all’esterno. È contenuta, ad esempio, nei cerotti da applicare sulla colonna vertebrale per alleviare dolori e tensioni muscolari. Attenzione però: la capsaicina può causare reazioni allergiche. Anche altre piante medicinali come l’artiglio del diavolo, l’incenso, l’arnica o il rosmarino possono attenuare i dolori. L’artiglio del diavolo ha un’azione antinfiammatoria e analgesica. Lo stesso vale per l’incenso. L’arnica ha anche un effetto decongestionante. Il rosmarino stimola la circolazione e allevia il dolore. Inoltre, è particolarmente indicato per fare un bagno caldo.

Come prevenire un colpo della strega?

È fondamentale fare abbastanza movimento su base regolare. Cercate di rafforzare i muscoli della schiena. A tale scopo, potete praticare sport come il nuoto, la bicicletta o il nordic walking.

Distendete e rafforzare i vostri muscoli svolgendo regolarmente attività sportive. Se siete in sovrappeso, cercate di dimagrire: più chili si hanno e maggiore è il peso che la colonna vertebrale deve sostenere. State spesso seduti? Prestate attenzione alla vostra postura. Una postura sbagliata assunta mentre lavoriamo nuoce ai nostri muscoli, legamenti, articolazioni e dischi intervertebrali. Allestite la vostra postazione di lavoro in maniera ergonomica.

Molto importante è anche inserire alcune pause con qualche breve esercizio, come anche sollevare correttamente un peso. Se portate pesi su un solo lato, possono crearsi delle tensioni e comparire dolori alla cervicale e alla schiena. Restate attivi e rilassatevi nel corso della giornata. Troverete qui alcuni consigli per rendere ergonomica la vostra postazione di lavoro e per diventare più attivi, come anche altri spunti ed esercizi.

Se avete già avuto nella vostra vita un colpo della stregua, dovreste consultare un fisioterapista. Questi vi potrà mostrare qualche esercizio per rafforzare i muscoli della schiena. Nelle sedute di fisioterapia imparerete anche a svolgere correttamente gli esercizi. Maggiori informazioni sulle nostre prestazioni assicurative per la fisioterapia prescritta da un medico sono riportate qui.

Parole chiave

In caso di mal di schiena è utile ricorrere alle metodiche di imaging?

In caso di mal di schiena si ricorre spesso alle metodiche per immagini. Ma radiografie, tomografia computerizzata ecc. sono davvero utili?

Rilassare progressivamente i muscoli

Vi sentite spesso tesi? Soffrite di stress o dolori cronici? Imparate a rilassare progressivamente i muscoli. Ecco come fare.

Muscoli

8 Articolo