Yoga: cosa c'è da sapere

Lo yoga calma lo spirito con diverse tecniche, tra cui le posture (asana). Gli esercizi aiutano a trovare la pace interiore e l’equilibrio, oltre a fortificare il corpo e renderlo più flessibile.

08.06.2020

Lara Brunner

Lo yoga è una dottrina filosofica praticata da oltre 3000 anni che affonda la proprie radici nella tradizione e nella spiritualità indiane. L’obiettivo originario dello yoga era trovare se stessi e imparare a conoscersi. Il corpo e la mente entrano in armonia, formando così un tutt'uno con il proprio io e con il mondo. 

Al giorno d’oggi, invece, lo yoga è orientato alle esigenze dell’uomo moderno e mette in primo piano l'esercizio fisico. Molte persone trascorrono l’intera giornata seduti alla scrivania e si sentono stressati. Da qui nasce spesso il desiderio di rilassarsi, muoversi, concentrarsi e trovare la pace interiore. Gli esercizi di yoga favoriscono l'equilibrio fisico, emotivo e mentale. In una seduta di yoga completa, non mancano mai esercizi di respirazione e di meditazione.

Gli otto passi del sentiero dello yoga – Una guida

  1. Yama: atteggiamento verso l'esterno, regole di comportamento generali e disciplina 
  2. Niyama: atteggiamento verso l’interno, autodisciplina ed elementi di saggezza rispetto alla gestione della propria vita
  3. Asana: posture
  4. Pranayama: tecniche di respirazione
  5. Pratyahara: ritiro nel proprio spirito con maggiore consapevolezza dei sensi
  6. Dharma: concentrazione
  7. Dhyana: meditazione con attenzione all’io interiore
  8. Samadhi: illuminazione e condizione di distacco

Yoga: la novità offerta nell’app Helsana Coach

L’app Helsana Coach vi aiuta a raggiungere i vostri obiettivi sul piano della salute. Nell’app Helsana Coach trovate ora tante informazioni ed esercizi sullo yoga.

Maggiori informazioni sull’app Helsana Coach

Quali sono gli effetti dello yoga?

Molti studi dimostrano gli effetti benefici dello yoga: Lo yoga migliora la postura. 

  • Lo yoga migliora la postura.
  • Gli esercizi alleviano e prevengono i disturbi alla schiena, nonché le tensioni muscolari nella zona del collo e delle spalle.
  • Lo yoga agisce sul sistema nervoso parasimpatico grazie al quale, dopo uno stato di tensione, torniamo a rilassarci. Il livello di stress diminuisce e riusciamo a concentrarci meglio.
  • Una pratica regolare migliora anche la qualità del sonno. Così ci sentiamo più energici e vitali, migliorando di conseguenza il nostro benessere complessivo e la qualità della nostra vita.
  • Lo yoga, inoltre, ha effetti positivi sulla mente, aumentando la fiducia in noi stessi e facendoci sentire più stabili, sicuri e tranquilli anche in situazioni difficili.

Per chi è adatto lo yoga?

Lo yoga è adatto alle persone di qualsiasi età e può essere iniziato in qualsiasi momento. A seconda delle proprie esigenze e delle situazioni, è possibile scegliere tra diversi stili di yoga.

In caso di lesioni (soprattutto alla schiena), problemi articolari o malattie gravi, occorre essere prudenti. Meglio consultare il proprio medico e informare l’insegnante di yoga di eventuali limitazioni.

Le gestanti non dovrebbero iniziare a praticare lo yoga prima del terzo mese, a meno che non lo facessero regolarmente già prima della gravidanza.

I diversi stili di yoga

Lo yoga può essere praticato in diversi modi. Scoprite il tipo che fa al caso vostro. Di seguito sono riportati gli stili più diffusi:

Lo Hatha Yoga è lo stile più conosciuto ed è particolarmente adatto per i principianti. Una seduta di yoga si compone di asana, sequenze di movimenti, esercizi di respirazione, tecniche di rilassamento mentale e meditazione. Dalla dottrina dell’Hatha Yoga sono poi nati molti altri stili.

L’Ashtanga Yoga è una versione dinamica ed energica dell’Hatha Yoga che si compone di sei serie prestabilite di posizioni. Le posizioni si susseguono in modo fluido e la sequenza di movimenti è ripetuta varie volte. L’Ashtanga Yoga si presta soprattutto per gli yogi più esperti, essendo molto dinamico e, quindi, fisicamente impegnativo.

Nel Vinyasa Yoga i movimenti sono sincronizzati con la respirazione. In questo modo si fortifica il corpo e si rilassa lo spirito. Le asana classiche sono unite a sequenze di movimenti sempre nuove, che danno vita a una pratica impegnativa e fluida (flow).

Il Bikram Yoga è praticato in un ambiente molto caldo. L’elevata temperatura assicura che i muscoli siano maggiormente rilassati e la sudorazione aumenti. Lo stile Bikram prevede complessivamente 26 esercizi.

Lo Yin Yoga è uno stile meditativo e riflessivo. Le asana (da seduti o da sdraiati) sono tenute per un tempo più prolungato. Lo Yin Yoga nasce da posture tratte dallo Hatha Yoga tradizionale, ma ha subito diversi influssi, come quello dello yoga tradizionale indiano.

Cosa serve per praticare yoga?

Innanzitutto serve un tappetino da yoga o da ginnastica. Fate attenzione che non sia troppo spesso. In questo modo avrete una presa migliore sul terreno e potrete eseguire le posizioni con una maggiore stabilità. È importante, poi, che la superficie sia antiscivolo. Per il rilassamento finale potete tenere pronta una coperta. 

Lo yoga si pratica solitamente scalzi, in modo da non scivolare e da avere un migliore contatto con il terreno. L’abbigliamento dovrebbe essere comodo ed elastico. Il normale abbigliamento sportivo va benissimo.

Alcune sessioni richiedono un blocco o una cintura da yoga, che possono però essere tranquillamente sostituiti con oggetti di uso quotidiano come libri oppure foulard.

Consigli per principianti

  • Una tecnica e un’esecuzione corrette sono molto importanti. Per le prime sedute, è bene essere seguiti da un istruttore. Anche i video possono aiutare.
  • Iniziate con esercizi semplici e prendetevi il tempo necessario.
  • Esercitatevi sulle diverse asana singolarmente.
  • Accettate i vostri limiti in fatto di mobilità e di forza. Evitate di confrontarvi con gli altri.

 

Evelyne Dürr, esperta di movimento Evelyne Dürr, esperta di movimento

Evelyne Dürr, esperta di movimento

Evelyne Dürr (MSc Scienze del movimento ETH) lavora presso Helsana dal 2014. Specialista Management sanitario, è attiva nel campo della prevenzione e della promozione della salute per i clienti. Evelyne Dürr ha consigliato e affiancato il team di redazione nella stesura del presente articolo.