Sì a pianti e risate

I pianti e le risate contribuiscono alla nostra salute fisica e mentale. Ecco perché è importante imparare a saper gestire le proprie emozioni. In questo modo possiamo rafforzare il nostro benessere.

30.08.2021 Gabriela Braun 4 minuti

Quando è stata l’ultima volta che avete riso fino alle lacrime? Che avete provato gioia per una piccola cosa nella vita quotidiana? E quando avete pianto senza sosta? Emozioni come la gioia, la tristezza, la sorpresa o la paura fanno parte della nostra vita. Le sensazioni piacevoli non solo ci rendono in generale soddisfatti o felici, ma sono anche essenziali per la nostra salute, la creatività e i legami sociali.

Le emozioni influenzano la nostra salute

Dovremmo imparare a gestire correttamente le nostre emozioni e i sentimenti ad esse associati. Secondo Astrid Gabriel, consulente psicologica della consulenza sulla salute di Helsana, le nostre sensazioni sono il sistema di allarme e di sopravvivenza dell’organismo. «Dare spazio alle emozioni è estremamente importante per la nostra salute.» Astrid Gabriel vorrebbe che fossimo più tolleranti con le nostre emozioni e quelle degli altri. Ma la pressione sociale è ancora grande: l’opinione assurda secondo cui gli uomini non debbano piangere è dura a morire.

Il modo in cui affrontiamo le emozioni è molto soggettivo e dipende dal nostro vissuto, dal nostro atteggiamento e dalla valutazione personale. È quindi importante insegnare già ai bambini che possono dare spazio alle emozioni. «I bambini dovrebbero imparare ad affrontarle in modo costruttivo», dice Astrid Gabriel. «Tuttavia, questo è possibile solo sperimentandole. Bisogna prima sentire le emozioni e solo allora si può reagire e regolarsi.»

Ridere rende più forti

I bambini ridono circa 400 volte al giorno. Quando si diventa adulti, la vita si fa più seria e, in media, ridiamo fino a 20 volte. È un peccato, perché ridere fa bene. Ridere stimola, ad esempio, la circolazione e rafforza le difese immunitarie. Ridere libera, rilassa, allevia lo stress, la rabbia e la paura. E poi: la scarica ormonale innescata dalla risata sprigiona felicità. Questa permette un atteggiamento positivo verso la vita ed è a sua volta una risorsa importante per la resilienza, la nostra capacità di resistenza.

Piangere abbassa il livello di stress

Piangere aiuta contro lo stress: le lacrime riducono gli ormoni dello stress e normalizzano battito cardiaco e respiro. Il pianto rilascia in più endorfine e ossitocina. Entrambi gli ormoni risollevano l’umore e garantiscono il benessere. Per questo sono anche detti ormoni della felicità. Chi reprime a lungo le emozioni favorisce l’aumento della pressione e la depressione. Il sistema immunitario si indebolisce e aumenta la predisposizione alle infezioni.

Un’attenzione consapevole aiuta nei momenti di stress

Nelle fasi emotivamente stressanti è bene prestare particolare attenzione a se stessi. È importante chiedersi come ci si sente e parlarne con le nostre persone fidate. Secondo la consulente psicologica Astrid Gabriel, queste cose sono fondamentali per affrontare meglio le situazioni di stress e, infine, per restare in salute. «La comunicazione interiore positiva con se stessi è importante», dice Gabriel. Per esempio, prendendo consapevolmente del tempo per se stessi. O magari tenendo un diario della felicità e chiedendosi la sera prima di andare a letto per cosa si è grati.

Anche le relazioni però aiutano contro lo stress, proprio come un buon equilibrio tra lavoro e vita privata e un regolare esercizio fisico. Astrid Gabriel raccomanda di aumentare significativamente la frequenza cardiaca tre volte al giorno, ad esempio saltellando sul posto per 20 secondi. «Inoltre, si dovrebbe sempre respirare consapevolmente con il diaframma o pensare a qualcosa di bello. In questo modo è possibile trovare un equilibrio.»

Ecco come raggiungere l’equilibrio tra lavoro e vita privata

Essere ottimisti aiuta a prevenire il burnout

Le persone in pace con se stesse hanno maggiori probabilità di sentirsi felici e questo incide positivamente sulle difese dell’organismo che vengono rafforzate promuovendo la resilienza. E la resilienza, la resistenza fisica e psicologica, alla fine ha anche a che fare con la propria felicità. Così come l’ottimismo realista, ha un’influenza positiva sulla salute. Alcuni studi rivelano che le persone con una visione più ottimistica della vita sperimentano meno stress e burnout e riferiscono di essere più soddisfatte della vita.

Consigli pratici per aumentare la resilienza

Continua a leggere

Work-life-balance sotto controllo?
Mantenere il giusto equilibrio tra lavoro e vita privata è cruciale. Ecco qualche utile consiglio. Il test aiuta a individuare uno squilibrio.
12 gennaio 2021

Consigli per aumentare la resilienza
Ecco come allenare la propria forza psichica. Scoprite quanto siete resilienti e come potete mantenere il vostro equilibrio interiore.
4 gennaio 2022

Newsletter

Avrete la possibilità di approfondire le vostre conoscenze su temi attuali legati alla salute e riceverete tutte le informazioni sulle nostre interessanti offerte comodamente tramite e-mail. Abbonatevi gratuitamente alla nostra Newsletter: