Cosa fare in caso di ernia del disco?

L’ernia del disco può essere molto dolorosa. Cosa si può fare, quali terapie aiutano e perché un intervento chirurgico è raramente necessario.

12.05.2021 Daniela Schori

L’ernia del disco è una malattia della colonna vertebrale: parti del disco sporgono nel canale vertebrale e possono comprimere i nervi spinali presenti. L’ernia del disco è una causa frequente del mal di schiena. Tuttavia, ciò che è importante è il dolore che si irradia alla gamba o al braccio, a seconda del tipo di ernia. 

Sintomi tipici dell’ernia del disco

  • dolore intenso e improvviso alla schiena 
  • il dolore si irradia alle natiche, alle gambe e ai piedi o dal collo alle braccia 
  • irrigidimento dei muscoli in prossimità della colonna vertebrale
  • intorpidimento o formicolio
  • in casi estremi: manifestazioni di paralisi delle gambe o delle braccia

La comparsa e il tipo di sintomi dipendono dalla gravità delle strutture nervose colpite. L’ernia del disco generalmente dà pochi problemi: spesso non viene notata, in alcuni casi causa forti dolori e solo raramente diventa pericolosa danneggiando i nervi. Tecnicamente viene definita ernia del disco o prolasso del disco.

Ernia del disco o colpo della strega?

In caso di dolori lombari acuti e in assenza di altri sintomi può trattarsi anche di una sindrome lombare, chiamata anche lombalgia acuta o colloquialmente «colpo della strega». Nel caso di una normale e innocua lombalgia i muscoli della schiena si irrigidiscono. 

Quando devo recarmi dal medico?

Spesso un’ernia del disco si avverte con diversi giorni di anticipo. È assolutamente necessario chiarire le cause del mal di schiena:

  • se persiste per più di quattro settimane
  • se il dolore si irradia ad altre parti del corpo 
  • se si verificano disturbi sensoriali o paralisi

Consulenza medica rapida

Non siete certi se fate bene a consultare un medico riguardo ai vostri disturbi? Il personale medico specializzato di Medi24 è a vostra disposizione 24 ore su 24: 

hotline 0800 100 008 (gratuito da rete fissa Svizzera / tariffe telefonia mobile secondo operatore)

L’ernia del disco spiegata in modo semplice

I dischi intervertebrali si trovano tra le 24 vertebre mobili della nostra colonna vertebrale. Le mantengono agili ed elastiche, assorbendo gli urti. La pressione sui dischi intervertebrali è enorme: anche solo stando in piedi, la porzione lombare della nostra colonna vertebrale sopporta più del peso corporeo; quando siamo seduti, addirittura il doppio. Quando ci pieghiamo, il carico arriva fino a diverse centinaia di chilogrammi di peso. Per questo è importante rinforzare la muscolatura del tronco, perché protegge da sollecitazioni errate e stabilizza la colonna vertebrale.

Il disco è costituito da un anello fibroso all’esterno e da un tessuto elastico simile al gel, il nucleo polposo, all’interno. Se la guaina fibrosa si rompe, il nucleo fuoriesce e preme sulle radici nervose o sul midollo spinale. I fattori scatenanti sono la predisposizione genetica, il fumo, sollecitazioni errate sulla colonna vertebrale per molti anni, la degenerazione dei tessuti correlata all’età e, in alcuni casi, anche un infortunio. Nel linguaggio comune si sente spesso dire che il disco intervertebrale è compresso. Tuttavia, è vero il contrario: è il disco intervertebrale a comprimere i nervi.

Il più delle volte un’ernia del disco si verifica nella sezione lombare della colonna, talvolta anche nella colonna cervicale. Il segmento toracico della colonna viene colpito molto raramente. 

Cause dell’ernia del disco

L’elasticità dei dischi intervertebrali diminuisce con l’avanzare dell’età. Anche la predisposizione genetica e l’eccessiva usura possono portare al deterioramento dei dischi intervertebrali. L’ernia del disco rappresenta, quindi, lo stadio finale di un processo più lungo. A volte basta una causa scatenante per portare alla luce il problema: un movimento repentino o una torsione improvvisa e il dolore colpisce come un fulmine a ciel sereno. 

Fattori di rischio per l’ernia del disco

  • stare troppo seduti o in piedi
  • troppo poco movimento
  • muscolatura del tronco debole
  • posture scorrette e sollecitazioni errate
  • sollevamento di carichi pesanti
  • testa inclinata costantemente in avanti (sindrome del collo da smartphone)
  • sovrappeso

Come prevenire l’ernia del disco

La spina dorsale ama il movimento! Fate in modo che i seguenti consigli diventino un’abitudine:

  • non rimanete mai seduti o in piedi troppo a lungo
  • in caso di lavori sedentari, utilizzate una scrivania rialzata, uno sgabello o una palla medica
  • stando in piedi, di tanto in tanto dondolate avanti e indietro
  • inserite varie attività dinamiche nella vostra giornata: camminate, correte, nuotate, ballate
  • rinforzate la colonna vertebrale con esercizi specifici per gli addominali e la schiena 
  • allungate regolarmente la schiena in tutte le direzioni possibili 
  • anche gli esercizi di equilibrio e coordinazione possono aiutare
Esercizi per una schiena forte

Così allenate la vostra schiena

Nell’app Helsana Coach troverete tanti esercizi per una schiena robusta e sana. Helsana Coach vi mostra come rafforzare, sciogliere e mobilizzare i muscoli. 

Trattamento e terapia

Nella maggior parte dei casi l’ernia del disco può essere trattata senza interventi chirurgici. Se il dolore è sopportabile e non si riscontra debolezza muscolare o paralisi, la fisioterapia e gli antidolorifici sono la prima opzione. L’obiettivo della terapia è correggere le posture scorrette e rinforzare i muscoli del pavimento pelvico e della schiena. In caso di necessità, si può ricorrere ad antidolorifici ad azione antinfiammatoria. La terapia dura in media da sei a otto settimane. 

Se la situazione non migliora, si può considerare una terapia interventistica del dolore, che consiste in un trattamento mirato con infiltrazioni antalgiche alle radici nervose colpite. Se non sono note le cause del dolore, le iniezioni aiutano anche a localizzare il dolore e a trattarlo in modo mirato.

L’intervento chirurgico è sempre l’ultima spiaggia se le altre soluzioni non funzionano e se la pressione sui nervi è troppo forte, per cui è ipotizzabile un danno permanente come la paralisi muscolare delle gambe o delle braccia. Molto raramente, vengono colpiti i nervi che controllano lo svuotamento della vescica e dell’intestino. In questo caso è necessario sottoporsi a un intervento d’urgenza. Durante l’intervento, il chirurgo rimuove la parte sporgente del disco, generalmente attraverso procedure minimamente invasive che prevedono l’impiego di un microscopio o di una telecamera (endoscopio). 

Continua a leggere

Come avere una schiena forte
L’esercizio fisico aiuta ad alleviare il dolore. Consigli ed esercizi efficaci da fare a casa.
21 maggio 2021

SOS mal di schiena
Mal di schiena? Massaggi, esercizio fisico o piante officinali possono alleviare il dolore. Qui trovate suggerimenti utili.
14 maggio 2021

Temi

Schiena

Dolore

Newsletter

Inviare

Grazie della registrazione.
Le abbiamo appena inviato un’e-mail con un link di conferma su cui cliccare per concludere la registrazione.

Purtroppo qualcosa non ha funzionato.

I suoi dati non sono stati trasmessi. Voglia riprovare più tardi o contatti il nostro Servizio clienti al numero 0844 80 81 82.