Panoramica

Cancro della pelle: la prevenzione è tutto

Il rischio di cancro della pelle è relativamente alto. In Svizzera ogni anno oltre 2000 persone devono affrontare la diagnosi di cancro della pelle. La causa principale è da ricercare nei raggi UV irradiati con la luce del sole. Il loro effetto dannoso per la pelle viene sottovalutato da molte persone. E l’abbronzatura può avere un prezzo molto alto. Per proteggersi bisogna limitare l’esposizione al sole e non dimenticare la protezione solare. Chi ha una pelle delicata deve sottoporsi regolarmente a visite dermatologiche.

Skincheck - Dalmatiner

La diagnosi precoce può salvare la vita

I raggi del sole influiscono positivamente sulle persone: stimolano i processi metabolici, migliorano l'umore e hanno un effetto rilassante. Tuttavia, in caso di esposizione eccessiva al sole, i raggi UV della luce solare possono causare danni a breve e a lungo termine. Oggigiorno sempre più persone soffrono di disturbi della pelle dovuti al sole. Nel 50-70 per cento dei casi il cancro della pelle è provocato da un'eccessiva esposizione al sole. Spesso si sottovaluta il sole, perché il fotodanneggiamento può avvenire anche in assenza di eritema solare. Le creme solari con un fattore di protezione UVA e UVB elevato sono assolutamente d'obbligo e altrettanto tassativo è proteggersi dai raggi UV indossando l'abbigliamento giusto.

Cancro della pelle: cos'è esattamente?

Il cancro della pelle può insorgere in diverse forme e modalità, con vari livelli di gravità. Particolarmente pericoloso è il melanoma, chiamato anche «cancro nero della pelle». Qui trovate maggiori informazioni (in tedesco).

Siete fra le persone a maggior rischio?

  • Avete una pelle molto chiara con lentiggini, occhi chiari e capelli biondi o rossi.
  • Soffrite regolarmente di eritema solare e vi abbronzate poco o per nulla.
  • Vi è già capitato più volte di prendervi un forte eritema solare oppure siete stati esposti a una forte irradiazione solare quando eravate bambini o ragazzi.
  • La vostra famiglia ha una storia clinica di melanomi o altri tipi di cancro della pelle.
  • Avete molti nei, alcuni più grandi di 6 mm e con forma o colore irregolari.

Le persone a rischio dovrebbero farsi controllare la pelle da un medico specialista ogni uno o due anni.

Come ci si protegge dal sole?

Evitare il sole di mezzogiorno fra le ore 12.00 e le 14.00
Evitare di esporsi al sole nelle ore più calde.

Se possibile mettersi all'ombra
Esponete il meno possibile i bambini ai raggi diretti del sole: l'80 per cento delle lesioni cutanee causate dal sole insorge nei primi 18 anni di vita. Occhiali da sole, copricapo e maglietta rappresentano la migliore protezione, soprattutto per la pelle sensibile dei bambini.

Applicare più volte la crema solare
Utilizzate una crema solare con un fattore di protezione 50+, che vi protegga dai raggi UVB e UVA, e ricordatevi di applicarla ogni due ore e di proteggervi con occhiali da sole e copricapo. Maggiori informazioni su come proteggersi dal sole (PDF, 38KB) .

Anche se i prodotti di protezione solare di oggi sono ad azione immediata, è importante applicarli prima di esporsi al sole. Consultate un dermatologo se un neo vi pare sospetto.

La méthode ABCDE pour surveiller vos grains de beauté

Un autoesame periodico è assolutamente necessario per riconoscere un melanoma.

Il metodo ABCDE (PDF, 191KB) (in tedesco) vi aiuta a controllare sistematicamente l'aspetto e i cambiamenti dei vostri nei.

A: asimmetria (anomalie della normale forma rotonda od ovale)

B: bordi (bordi irregolari o indistinti)

C: colore (colorazione non uniforme)

D: diametro (di oltre 6 mm)

E: evoluzione (neo di nuova formazione e comparso in breve tempo; deve essere esaminato da un dermatologo)

Consigliate questo metodo ai vostri cari, così proteggerete anche chi vi sta intorno

Siate proattivi comunicando subito il metodo a tutti i vostri cari. Registratevi ora per diventare skin checker (in tedesco).

Un semplice controllo può salvare la vita. Il 90 per cento delle diagnosi precoci di cancro della pelle evolve in guarigione!

Parole chiave

Prossimi articoli

Visite a familiari ammalati all’estero

Una visita a un familiare ricoverato all’estero offre sostegno morale all’ammalato e può accelerare la guarigione.

Nessuno si aspettava un infarto

Articoli simili

Indizi di malattia all’estero

Cambiare lo stile di vita abituale può portare a disturbi fisici. Nei casi gravi la centrale per le chiamate d’emergenza Helsana può aiutarvi.

Aiuto medico rapido all’estero

In caso di malattia improvvisa o infortunio all’estero occorre mantenere il sangue freddo e adottare le misure giuste.

La nostra sponsorizzazione

13 Articolo