Sconti presso ditte partner

Grazie alle trattative costanti di Helsana con i partner di lunga data è possibile risparmiare ogni anno 15 milioni sui costi per le prestazioni nell’assicurazione di base. In questo modo aiutiamo a contenere l’aumento dei premi delle casse malati.

E voi potete aiutarci: con l’acquisto presso un partner Helsana apportate un contributo attivo. Allo stesso tempo ciò vi consente di risparmiare.

Fino a che punto rischiate di ammalarvi?

Pill Protect

Rischio di trombosi per l’assunzione di contraccettivi orali? Rischio di malformazioni congenite nel feto? Rischio di sviluppare un cancro per familiarità? Fate il test e scoprite se tutto ciò riguarda anche voi e la vostra famiglia.

Individuazione del rischio di trombosi (Pill Protect)

Negli scorsi anni sono stati notificati all’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic circa 400 casi di trombosi ogni anno. Tutti questi casi sono stati causati dall’assunzione di contraccettivi orali.

La trombosi è il risultato della formazione di un coagulo in un vaso sanguigno. Il flusso sanguigno nel sistema circolatorio viene così interrotto e il sangue non riesce più a tornare liberamente al cuore e ai polmoni, creando un blocco. Il test Pill Protect vi fornisce informazioni sul rischio personale di trombosi venosa causata dall’assunzione della pillola anticoncezionale. I risultati del test sono di supporto nella scelta, insieme al vostro medico, della pillola anticoncezionale più idonea o di un metodo contraccettivo alternativo.

Il test genetico deve essere eseguito una sola volta. È sufficiente sottoporsi al prelievo di un campione di saliva presso il proprio medico di famiglia.

Limiti di Pill Protect

Pill Protect è in grado di determinare solo il rischio di trombosi associato a contraccettivi orali. Il test non è in grado di offrire una sicurezza completa. Anche altre cure possono esporre al rischio di trombosi venosa. Di conseguenza non è possibile escluderlo completamente.

Nella scelta dei metodi contraccettivi più idonei un ruolo importante è svolto anche dalla salute della paziente e da altri esami di laboratorio eseguiti dal medico.

Studio clinico

Lo studio clinico ha coinvolto 1600 donne che assumevano un contraccettivo orale. Metà di queste donne ha sviluppato una trombosi. Tra di esse, il test Pill Protect è riuscito a identificare un numero di casi sei volte più alto rispetto alla procedura tradizionale basata su un questionario medico.

Assunzione dei costi con l’assicurazione integrativa PRIMEO

Se avete stipulato l’assicurazione integrativa PRIMEO, Helsana copre il 90% dei costi del test Pill Protect della ditta partner Gene Predictis. Ogni anno civile vengono versati dall’assicurazione integrativa fino a 5000 franchi per forme innovative di diagnosi e di trattamento. Il conteggio della prestazione avviene direttamente tramite Helsana. Condizioni: Assicurati Primeo tra i 15 e i 49 anni.

Assunzione dei costi senza l’assicurazione integrativa PRIMEO

Questo esame di laboratorio non viene rimborsato dall’assicurazione di base. Per gli assicurati senza assicurazione integrativa PRIMEO Helsana ha concordato con la ditta partner Gene Predictis un prezzo agevolato. Le clienti e i clienti senza assicurazione integrativa ricevono il test con il 20% di sconto sul prezzo ufficiale. Il conteggio della prestazione avviene direttamente tramite gli assicurati.

Sconti su altri servizi di Gene Predictis

Gli assicurati del gruppo Helsana beneficiano di uno sconto del 10% su altre prestazioni di laboratorio della ditta partner Gene Predictis.

Ulteriori informazioni

Test prenatale non invasivo per individuare eventuali malformazioni congenite (NIP Test)

Già a partire dalla nona settimana di gestazione i test prenatali non invasivi eseguiti sul sangue materno consentono di accertare con un alto livello di sicurezza se il feto presenta un’anomalia genetica come ad es. la trisomia 21 (sindrome di Down), la trisomia 18 (sindrome di Edwards) o la trisomia 13 (sindrome di Patau). Questi esami sono un aiuto prezioso per le donne in gravidanza, in quanto possono aiutarle a decidere se sottoporsi o meno a ulteriori indagini prenatali invasive.

Da metà luglio 2015 questo esame (trisomia 21, 18 e 13) viene rimborsato dall’assicurazione di base se sono soddisfatte le condizioni dell’Ordinanza sulle prestazioni (OPre).

Il medico curante vi darà informazioni dettagliate in merito.

Diverse opzioni di test

I partner Genetica e LifeCodexx AG offrono diverse opzioni di test. Le opzioni di Genetica sono Panorama Basic o Panorama Plus. Con LifeCodexx AG si può scegliere fra tre opzioni: PraenaTest 1, 2 e 3.

Helsana ha concordato condizioni più vantaggiose con i partner Genetica e LifeCodexx. Il partner Genetica concede il 12 % di sconto sui prezzi ufficiali del test Panorama (Panorama Basic e Panorama Plus). È stato concordato un prezzo fisso vantaggioso per i PraenaTest 1, 2 e 3 con LifeCodexx AG.

Assunzione dei costi con l’assicurazione integrativa PRIMEO

In assenza dei requisiti OPre per l’assicurazione di base, se avete stipulato l’assicurazione integrativa PRIMEO, Helsana copre comunque i costi del NIP Test, a condizione che si tratti di un test Panorama o PraenaTest eseguito presso i nostri partner Genetica e LifeCodexx. Dall’assicurazione integrativa PRIMEO sono assunti al 90% i costi dei test prenatali, con un massimo di 5000 franchi per anno civile. Il conteggio delle prestazioni avviene direttamente tra Genetica ed Helsana o indirettamente tra LifeCodexx AG ed Helsana.

Individuazione di forme cancerogene ereditarie (myRisk)

Le forme cancerogene hanno origine ereditaria nel 5-10% dei casi. Le loro cause risiedono in mutazioni del patrimonio genetico (geni) che determinano l’aumento delle probabilità di sviluppare un cancro. Per i portatori di queste mutazioni il rischio di cancro è nettamente maggiore. Visto che queste mutazioni vengono tramandate geneticamente, accade che le famiglie colpite si trovino ad affrontare il cancro molto più spesso rispetto alle altre. È possibile fare chiarezza attraverso un test genetico in grado di individuare le mutazioni responsabili. Questo test fornisce inoltre importanti informazioni sul trattamento e la prevenzione.

Utilizzo del pannello diagnostico myRisk

La mutazione di un singolo gene determina l’aumento del rischio per diverse forme di cancro. Il gene BRCA2, ad esempio, fa aumentare il rischio di cancro al seno, alle ovaie, alla prostata, all’esofago o di melanoma. Allo stesso tempo è possibile che un tipo di cancro sia causato dalla mutazione di diversi geni. Di conseguenza è importante analizzare tutti i geni all’interno di un pannello diagnostico.

Il test myRisk è un’analisi che comprende 28 geni. Si tratta di 28 geni coinvolti nell’insorgere di 8 diverse forme cancerogene: cancro al seno, alle ovaie, all’utero, alla prostata, all’esofago, allo stomaco, al colon-retto e melanoma. Grazie al test myRisk è possibile ottenere un risultato certo sulle più frequenti mutazioni legate al rischio di sviluppare tumori. È sufficiente un campione di sangue.

Se viene riscontrata una mutazione, è possibile impostare un’assistenza medica adeguata: esistono programmi di prevenzione che aiutano a individuare precocemente la malattia, quando le probabilità di guarigione sono ancora elevate, ma è anche addirittura possibile ostacolarne l’insorgere. I risvolti sono estremamente significativi anche per i familiari, perché quelli di primo grado (genitori, fratelli, sorelle e figli) hanno una probabilità del 50% di essere portatori della stessa mutazione.

Limiti di myRisk

Il test myRisk permette di individuare una mutazione dei geni analizzati per poi attuare strategie di trattamento o di monitoraggio personalizzate. Attenzione:

  • esistono alcune mutazioni il cui rapporto con la malattia è ancora poco chiaro. Non appena saranno disponibili informazioni sull’esistenza o meno di un legame tra queste mutazioni e il cancro, il medico ve le comunicherà tempestivamente.
  • Se il risultato del test è negativo (assenza di mutazione) non significa necessariamente che il rischio di cancro non sia comunque elevato. Se in famiglia ci sono molti casi di cancro, ma non sono presenti mutazioni, è comunque possibile che il rischio sia alto.
  • Inoltre, anche in presenza di una mutazione è possibile non sviluppare mai alcun cancro.
Studi clinici

Il test myRisk viene eseguito con l’ausilio delle tecnologie più avanzate. Gli studi dimostrano che il test è in grado di riconoscere con certezza ogni tipo di mutazione del patrimonio genetico. Anche la procedura di interpretazione dei dati è molto avanzata e il laboratorio che esegue il test conta, negli ultimi 5 anni, oltre 450 pubblicazioni sui cancri ereditari.

Assunzione dei costi con l’assicurazione integrativa PRIMEO

Se avete stipulato l’assicurazione integrativa PRIMEO, Helsana copre il 90% dei costi del test myRisk presso il nostro partner Myriad. Ogni anno civile vengono versati dall’assicurazione integrativa fino a 5000 franchi per forme innovative di diagnosi e di trattamento. Il conteggio della prestazione avviene direttamente tramite Helsana. Condizioni: assicurati PRIMEO a partire dai 18 anni.

Assunzione dei costi senza l’assicurazione integrativa PRIMEO

Questo esame di laboratorio non viene rimborsato dall’assicurazione di base. Per gli assicurati senza assicurazione integrativa PRIMEO Helsana ha concordato con la ditta partner Myriad un prezzo agevolato. Le clienti e i clienti senza assicurazione integrativa ricevono il test con il 20% di sconto sul prezzo ufficiale. Il conteggio della prestazione avviene direttamente tramite gli assicurati.

Consulenza del medico di famiglia

Se pensate di sottoporvi a uno di questi test, rivolgetevi al vostro medico per una consulenza. L’analisi del campione di sangue, tessuti o saliva viene eseguito solo su richiesta del medico. Le ditte partner consegnano i risultati dei test direttamente al medico.