Fusione di Progrès ed Helsana

Gli assicuratori di base del gruppo Helsana, Progrès Assicurazioni SA ed Helsana Assicurazioni SA, effettueranno la fusione a partire dal 1° gennaio 2022. Qui trovate informazioni sulle ragioni dell’operazione e su ciò che comporta per gli assicurati.

02.06.2021

Domande frequenti (FAQ)

Progrès Assicurazioni SA ed Helsana Assicurazioni SA sono due assicurazioni di base con soggetti giuridici diversi. Progrès è un’azienda del gruppo Helsana.

Il contesto attuale si mostra favorevole a una fusione, perché i premi delle due società si attestano a livelli molto simili. Da alcuni anni Helsana non persegue più una strategia multimarchio con caratteristiche di differenziazione. Per questo motivo, in passaggi precedenti ha già ridotto le società da cinque a due. Inoltre, con questa misura vogliamo aumentare la trasparenza e la comprensibilità per i nostri clienti.

A partire dall’01.01.2022 la fusione supporterà la nostra strategia per uno sviluppo dei premi più stabile e duraturo.

No, le assicurazioni integrative non sono interessate da questa fusione. Proseguiranno senza variazioni in Helsana Assicurazioni integrative SA.

No. Semplicemente, gli attuali assicurati di Progrès diventeranno assicurati di Helsana Assicurazioni SA. Grazie all’unione beneficeranno di un effettivo di assicurati maggiore, che comporta generalmente uno sviluppo dei premi più stabile e duraturo.

Gli assicurati di base di Progrès saranno assicurati presso la società di assicurazione di base Helsana. La fusione comporta per loro dei benefici, poiché un effettivo di assicurati maggiore permette un’evoluzione dei premi più stabile e duratura.

Sì. Gli assicurati con assicurazione di base hanno un termine di disdetta ordinario annuale (disdetta entro il 30.11.2021), a condizione che non ci siano fatture dei premi in sospeso e che possano presentare una conferma dell’assicuratore successivo. Esecuzioni o attestati di carenza di beni presenti presso Progrès rimangono in essere.

No. Il passaggio avviene automaticamente il 1° gennaio 2022.

La fusione aumenta la durevolezza e la stabilità dei nostri premi e incentiva la sicurezza finanziaria.

Da alcuni anni Helsana non persegue più una strategia multimarchio con caratteristiche di differenziazione. Per questo motivo, in passaggi precedenti ha già ridotto i marchi da cinque a due. Consideriamo la fusione programmata come una conseguenza logica, soprattutto perché i premi continuano ad allinearsi attraverso la compensazione sempre più particolareggiata dei rischi.

Le modalità della fusione sono state sottoposte all’Autorità di vigilanza per la revisione.

Il momento è vantaggioso per una fusione. I premi sono molto simili e l’operazione rappresenta l’ultimo coerente passaggio per chiudere la vecchia strategia multimarchio.

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.