Rapporto sui medicamenti

Oltre a una parte generale, il Rapporto sui medicamenti 2021 esamina gli effetti del coronavirus sugli acquisti e il tema dei problemi di fornitura. Helsana offre così più trasparenza in ambito sanitario e migliora l’assistenza alla clientela.

L’ultimo Rapporto Helsana sui medicamenti evidenzia che, nel 2020, i costi dei medicamenti a carico dell’assicurazione di base sono ammontati a 7,7 miliardi di franchi. Sebbene siano stati acquistati un po’ meno medicamenti rispetto al 2019, i costi complessivi hanno registrato di nuovo un aumento. I maggiori costi per i farmaci sono stati determinati dalla classe degli immunosoppressori, mentre in seconda posizione si collocano i farmaci oncologici, che da soli registrano un aumento dei costi del +10,5% rispetto all’anno precedente. L’ottava edizione del Rapporto Helsana sui medicamenti si concentra inoltre su analisi riguardanti il ricorso ai medicamenti durante la pandemia di coronavirus e sui problemi di approvvigionamento dei farmaci.

I fatti principali in breve:

  • Il 2020 è stato ampiamente segnato dalla pandemia mondiale di Covid-19. Sono state rifornite soprattutto le classiche farmacie domestiche, in particolare con medicamenti analgesici, farmaci contro tosse e raffreddore nonché gocce oculari e preparati a base di vitamina D3.
  • Durante il lockdown, il forte carico psicologico e l’incertezza generale hanno portato a un maggior ricorso a farmaci psicoanalettici e sonniferi.
  • Per i pazienti oncologici anche durante il lockdown sono state avviate terapie vitali quali immunoterapie e trattamenti citostatici, registrando solo lievi ritardi in tale ambito.
  • Negli ultimi anni, in Svizzera le difficoltà di approvvigionamento sono in aumento. La causa alla base di tale fenomeno sono un ridimensionamento da parte dei produttori a livello mondiale e la conseguente concentrazione della produzione in un numero limitato di sedi. Date le dimensioni ridotte, il mercato svizzero è spesso tra i primi a risentire di tali strozzature nella fornitura.
  • Fortunatamente, le difficoltà di approvvigionamento sono state per lo più di rilevanza poco critica, dal momento che vi erano sufficienti scorte di confezioni in altri formati o di diverse posologie a compensare la situazione.
  • Quasi un terzo dei problemi di fornitura, tuttavia, si è rivelato di importanza critica a causa della disponibilità sul mercato svizzero di un solo preparato per tipologia. Le difficoltà di fornitura determinano importanti problemi e strozzature nell’approvvigionamento, situazione che va evitata.
Rapporto Helsana sui medicamenti 2021

Maggiore trasparenza nell’approvvigionamento di medicamenti

Il Rapporto di Helsana sui medicamenti è unico nel suo genere in tutta la Svizzera. Il resoconto offre un quadro attendibile dell’approvvigionamento di medicamenti in Svizzera. Helsana lo redige in collaborazione con l’Ospedale universitario di Basilea (USB) e l’Istituto di medicina farmaceutica (ECPM) dell’Università di Basilea.

Il rapporto è redatto in lingua tedesca. La prefazione e il riepilogo sono disponibili in tedesco, francese e inglese.

Archivio

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.

Contattateci