Rapporto ospedaliero: I numeri minimi di casi aumentano qualità ed efficienza

Insieme all’assicuratore malattia tedesco Barmer, Helsana ha elaborato un rapporto sui numeri minimi di casi per gli interventi stazionari. Il rapporto ospedaliero mette a confronto le regole dei due paesi e mostra che numeri di casi superiori aiutano a migliorare la qualità e l’efficienza.

«L’esercizio è un buon maestro». Il detto vale anche per l’assistenza medica? La relazione tra numero di casi trattati e qualità è scientificamente provata, in particolare con riferimento agli interventi chirurgici complessi. Insieme all’assicuratore malattia tedesco Barmer, Helsana ha elaborato un rapporto sui numeri minimi di casi e messo a confronto le regole dei due paesi, mostrando che numeri di casi superiori aiutano a migliorare la qualità e l’efficienza.

I risultati più significativi

  • In entrambi i paesi esistono numeri minimi di casi prefissati per trattamenti costosi, prevalentemente nella medicina altamente specializzata.
  • Gli assicuratori malattia hanno analizzato, sulla scorta dei loro dati relativi ai conteggi dal 2013 al 2018, se gli ospedali hanno raggiunto i numeri minimi di casi e hanno rilevato differenze notevoli.
  • In Germania sono stati trattati 4300 pazienti in ospedali che non arrivano al numero minimo di casi. A seconda dell’intervento, questa cifra corrisponde al 2-15% dei pazienti e delle pazienti.
  • In Svizzera, i pazienti e le pazienti interessati sono stati 5200, pari a una percentuale fino al 27% a seconda dell’intervento.
  • I «numeri minimi di casi» sono riconosciuti in entrambi i paesi come un criterio di qualità e rivestono un’importanza sempre maggiore. Ciononostante, finora vengono usati solo con moderazione e le conseguenze per le violazioni sono pressoché inesistenti.

I due assicuratori malattia vedono la necessità di un numero più elevato di casi e di sanzioni efficaci. È altresì necessaria una maggiore trasparenza per quanto riguarda i numeri minimi di casi definiti e raggiunti e i miglioramenti qualitativi a essi collegati, a beneficio anche dei pazienti.

Il rapporto è redatto nella lingua nazionale tedesca. Il Management Summary è disponibile in lingua francese e italiana.

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.