Il rapporto di Helsana 2018 crea trasparenza nel settore dei medicamenti

Helsana pubblica oggi il suo rapporto sui medicamenti 2018 contribuendo a una migliore comprensione del mercato svizzero dei medicamenti e del suo sviluppo in termini di quantità e di costi. Le analisi indicano un nuovo record per i costi dei medicamenti. Oltre a una parte generale, l’edizione di quest’anno offre analisi focalizzate sulle innovazione vere e su quelle presunte, sulla dispensazione di medicamenti in ambito ambulatoriale nonché sul tasso di copertura vaccinale nei bambini.

26.11.2018

Nel 2017, le spese per i medicamenti a carico dell’assicurazione di base sono aumentate di mezzo miliardo di franchi, superando così i 7,5 miliardi di franchi. Il 75 per cento di tutti gli assicurati ha acquistato medicamenti a carico dell’assicurazione di base. La quota più alta di persone che hanno acquistato medicamenti è stata registrata nel Canton Ginevra, la più bassa nei Cantoni Turgovia, Appenzello-Interno ed Esterno. I costi più elevati per medicamento (128 milioni) sono stati sostenuti per il blockbuster immunosoppressore Remicade..

Nella quinta edizione del rapporto, gli autori dell’Ospedale universitario di Basilea (USB) e dell’Istituto di medicina farmaceutica (ECPM) dell’università di Basilea hanno incentrato la loro attenzione sulle tematiche concernenti le innovazioni nell’approvvigionamento di farmaci, la dispensazione di medicamenti in ambito ambulatoriale e il tasso di copertura vaccinale nei bambini.

Lancio di nuovi medicamenti: le vere innovazioni sono rare

Ogni anno vengono immessi sul mercato dei farmaci tanti nuovi prodotti. Eppure non tutti sono davvero innovazioni. Il rapporto sui medicamenti 2018 mostra che solo il 5 per cento dei preparati omologati tra il 2014 e il 2017 contiene gruppi di principi attivi nuovi, mentre il 7 per cento sono preparati contenenti un nuovo principio attivo tratto da un già noto gruppo di principi attivi. Per il restante 88 per cento si tratta di preparati a base di principi attivi già noti. Questi preparati di nuova omologazione sono farmaci generici o medicamenti che presentano solo lievi modifiche alla formulazione o, ancora, medicamenti che hanno cambiato nome. L’unica vera innovazione degli ultimi tempi sono i preparati per l’epatite C; questi farmaci offrono grandi benefici aggiuntivi rispetto alla terapia adottata finora. Ciò si riflette anche nei loro costi: per questi farmaci, infatti, si registrano tra il 2014 e il 2017 i fatturati complessivi più alti. 

Un cittadino svizzero acquista in media 8 principi attivi all’anno

Un capitolo di approfondimento è incentrato sulla dispensazione di medicamenti in ambito ambulatoriale e sui fornitori di prestazioni coinvolti sul territorio svizzero. Un comune cittadino svizzero ha acquistato in media 8 principi attivi all’anno. In media il numero di fornitori di prestazioni in regime ambulatoriale coinvolti ammontava a 4,3 unità. Le farmacie (50%) sono il canale di dispensazione più gettonato, seguito dai medici di base (26%), dagli ambulatori ospedalieri (11%) e dagli specialisti (10%). Nella fascia alta dei prezzi, le quote di acquisti attraverso i canali di vendita per corrispondenza, gli specialisti e gli ambulatori ospedalieri sono aumentate.

I tassi di copertura vaccinale sono troppo bassi rispetto al calendario vaccinale nazionale

In un’ulteriore analisi gli autori hanno presentato la situazione vaccinale in Svizzera nei bambini di 13, 25 e 37 mesi dopo la nascita. Ne è emerso che, rispetto al calendario vaccinale nazionale, i tassi di copertura vaccinale sono, nel complesso, ancora troppo bassi. In nessun cantone sono stati raggiunti i tassi auspicati di ≥ 95% per la terza vaccinazione contro difterite, tetano, pertosse, Haemophilus influenzae tipo b e poliomielite per i bambini di 25 mesi dopo la nascita. La quota di bambini non vaccinati più elevata è stata registrata nel Canton Appenzello Interno (14,2%), seguito da Appenzello Esterno (10,1%) e Nidvaldo (10,0%). Nei cantoni di Basilea-Città, Ginevra e Basilea-Campagna si registra il tasso più alto di vaccinati.

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.