Quattro vincitori del premio Prix Sana 2020

Il premio svizzero per la salute Prix Sana di quest’anno va a due aiutanti della Romandia che hanno prestato assistenza senza fare clamore, e a una coppia del Canton Zurigo. Da dieci anni Fondation Sana, azionista di Helsana, conferisce il premio a persone che si sono distinte per il loro impegno disinteressato a favore del prossimo.

20.11.2020

Venerdì 20 novembre, la giuria del premio Prix Sana, formata da cinque membri, ha nominato vincitori per il 2020 due donne e una coppia, a cui è stato assegnato un premio in denaro del valore di 10 000 franchi a testa e una scultura del noto artista svizzero Gottfried Honegger. 

Le seguenti quattro persone sono state insignite quest'anno del Prix Sana:

Jean-Harry-Rolf e Regina Etzensperger di Watt (ZH) si impegnano in modo ammirevole nel settore sanitario e sociale. Socio-pedagoghi e genitori di cinque figli, si sono presi cura di continuo di giovani affetti da disabilità o provenienti da famiglie con problematiche di tipo sociale. Anche in situazioni di crisi, bambini e ragazzi hanno trovato rifugio da loro. Ancora oggi, in pensione, svolgono attività di assistenza quotidiana ai bambini in casa.

Anne-Marie Struijk di Vessey (GE) presta cure palliative in cui le persone e le loro esigenze sono al primo posto. Nel 2007 ha fondato la «Fondation La Maison de Tara». Con la sua organizzazione, forma ogni anno da 35 a 45 «Bénévoles», ovvero volontari, per prestare cure palliative alle persone bisognose. Nella struttura che porta lo stesso nome della fondazione, persone in fin di vita possono trascorrere gli ultimi giorni e le ultime settimane con dignità e assecondando i loro desideri. 

Mireille Udriot di Choëx sur Monthey (VS) ha a cuore i bambini con disabilità o che provengono da un contesto familiare difficile. Dal 1984, la sua associazione «Emmanuel SOS Adoption» funge da mediatore tra i bambini interessati e le famiglie. Finora, 84 bambini hanno così trovato una nuova casa. Lei e suo marito, che hanno anche tre figli, hanno adottato otto bambini con disabilità. Hanno donato la loro abitazione, lo chalet «ANAWIM», all’associazione come casa per invalidi.

Scoprite di più sulle loro storie nei video disponibili

Nominate i prossimi vincitori

Il premio Prix Sana festeggia quest’anno il suo decimo anniversario. A causa della pandemia di coronavirus, i festeggiamenti per l’anniversario sono stati annullati. Tuttavia, la fondazione sta già accettando le nomine per il prossimo Prix Sana. Conoscete qualcuno in Svizzera che si occupa del prossimo a titolo gratuito e sotto la propria responsabilità individuale? Vale la pena partecipare anche per voi in qualità di madrine o padrini: tra tutti i suggerimenti pervenuti, la fondazione estrarrà a sorte tre buoni per un soggiorno in hotel del valore di 1000 franchi ciascuno. 

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.