Helsana e la Croce Rossa Svizzera uniscono le loro forze nella pan-demia di coronavirus

All’inizio del 2020, Helsana e la Croce Rossa Svizzera (CRS) hanno sottoscritto un partenariato di tre anni. Le due organizzazioni si impegnano per la salute della collettività. In virtù dei recenti avvenimenti, Helsana e la Croce Rossa Svizzera danno un contributo congiunto a favore del superamento della pandemia di Covid-19 in Svizzera. Helsana dona alla CRS un milione di franchi svizzeri, che serviranno per finanziare le mascherine di protezione per il servizio di volontariato della CRS e i servizi di sostegno della CRS in Svizzera. Per sottolineare il suo impegno sociale Helsana fornisce il suo sostegno al centro di test per il depistaggio del coronavirus a Berna gestito dalla CRS su incarico del cantone mettendo a disposizione i collaboratori della nostra azienda che hanno alle spalle una formazione in campo medico.

06.04.2020

Daniel H. Schmutz, CEO del gruppo Helsana, e Thomas Heiniger, Presidente della Croce Rossa Svizzera, durante la stipulazione di contratto.

Helsana e la Croce Rossa Svizzera (CRS) hanno in comune l’impegno a favore della salute della collettività e hanno quindi sottoscritto nel 2020 un partenariato di tre anni. In virtù dei recenti avvenimenti, le attività volte al superamento della pandemia Covid-19 acquisiscono sempre più un ruolo di primo piano all’interno del partenariato. I partner hanno quindi deciso di dare alla popolazione svizzera un contributo di solidarietà congiunto. Tale contributo consiste nelle seguenti attività:

  • i collaboratori di Helsana con formazione medica alle spalle lavorano come volontari al centro di test per il depistaggio del coronavirus a Berna.
  • Helsana dona alla CRS un milione di franchi svizzeri per i servizi di sostegno da lei offerti. Di questa somma, mezzo milione di franchi sarà investito nell’acquisto di mascherine di protezione (200 000 mascherine FFP2 e 300 000 mascherine igieniche) destinate alle organizzazioni della CRS e ai suoi servizi di volontariato.
  • Con i restanti 500 000 franchi Helsana finanzia i servizi di sostegno nazionali offerti dalla CRS. Tra questi figurano:
  •     sostegno finanziario a persone che a causa della pandemia si trovano in una situazione sociale e finanziaria di emergenza;
  •     servizi di consegna gratuiti di generi alimentari o medicamenti per gruppi a rischio;
  •     servizi di volontariato di personale medico in strutture sanitarie;
  •     coordinamento e sostegno ai volontari (attrezzatura, formazione, aiuto psico-sociale).

«Il partenariato rientra nella strategia di Helsana di assumersi la sua responsabilità nel plasmare attivamente il sistema sanitario svizzero», dichiara Daniel H. Schmutz, CEO del gruppo Helsana, spiegando il perché della collaborazione. «Visti i recenti avvenimenti abbiamo deciso di dare un contributo di solidarietà alla salute della popolazione svizzera. Vogliamo essere al fianco della gente nei momenti in cui conta veramente.»

Helsana sostiene anche il Fondo Emergenza Coronavirus della CRS. Gli assicurati di Helsana e gli utenti del programma di bonus Helsana+ possono convertire da subito in denaro i punti Plus da loro raccolti nell’app e devolverli al Fondo Emergenza Coronavirus della Croce Rossa Svizzera. Helsana raddoppierà la somma raccolta, che andrà a beneficio dei gruppi a rischio di coronavirus.

Sostegno ai corsi di primo soccorso e all’assistenza ai familiari curanti

In virtù dell’attuale situazione, l’impegno è innanzitutto rivolto al superamento della pandemia Covid-19. In più, durante il partenariato di tre anni, i due partner si impegneranno per il primo soccorso e per alleviare il carico delle persone che prestano assistenza a familiari. L’obiettivo di Helsana e della CRS è quello di introdurre misure volte a incentivare la partecipazione ai corsi di primo soccorso, ampliando la rete dei primi soccorritori in Svizzera. Inoltre, i due partner intendono incrementare i servizi di sostegno alle persone che assistono i propri familiari.

«Intravediamo molte sinergie nella collaborazione con Helsana. Il tema della salute ci accomuna e ci infonde la forza anche per sostenere sfide difficili. Unendo le forze, ci impegniamo per una Svizzera sana – oggi e domani», spiega per concludere Thomas Heiniger, Presidente della Croce Rossa Svizzera.

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.