Franchigia opzionale: il Consigliere federale fa marcia indietro

Per ora gli sconti in caso di franchigia opzionale elevata non saranno ridotti. Helsana prende atto con soddisfazione del fatto che il Consigliere federale si sia per ora distanziato dalla modifica proposta.

05.02.2016

Nell’estate del 2015 il Consigliere federale Alain Berset aveva annunciato delle modifiche all’ordinanza volte a ridurre gli sconti in caso di franchigia opzionale elevata. In sede di consultazione le proposte hanno ricevuto notevoli critiche, mosse in parte anche dagli assicuratori. Il Consigliere federale Berset suggeriva lo stralcio dei livelli di franchigia di 1000 e 2000 franchi e una riduzione sostanziale degli sconti per i livelli di franchigia superiori. Ufficialmente, il Consigliere federale intendeva «semplificare il sistema» e «rafforzare la solidarietà».

Anche Helsana e curafutura si sono opposte con veemenza a questo intervento previsto ma superfluo sul calcolo dei premi degli assicuratori. La compensazione dei rischi oggi già garantisce la solidarietà tra persone sane e malate. Helsana prende quindi atto con soddisfazione del fatto che il Consigliere federale si sia per ora distanziato dalla modifica proposta. I nostri clienti non saranno quindi toccati da un aumento dei premi immotivato e ingiustificabile.

Avete domande?

Siamo volentieri a vostra disposizione.