Panoramica

Volontariato al Grand Prix di Berna

I collaboratori Helsana hanno accompagnato gli atleti delle Special Olympics al Grand Prix di Berna. Questa corsa condivisa è stata una bellissima esperienza per tutti.

Piove, tira vento e c’è aria di tempesta, eppure tutti sono di buon umore. Il segnale di partenza verrà dato in pochi secondi. Poi il bang – ad opera dell’ex consigliere federale Adolf Ogi. Rinaldo si lancia in avanti. L’atleta delle Special Olympics è veloce – troppo veloce per Martina, collaboratrice Helsana. O forse sarà l’occasione di stabilire un record personale?

L’11 maggio, Rinaldo, Martina e altre 32 000 persone hanno partecipato al Grand Prix di Berna, una gara podistica su strada ormai giunta alla sua 38esima edizione. I circa 85 partecipanti della categoria «Special Olympics Unified» hanno avuto l’onore di aprire l’evento. Insieme ai loro accompagnatori, hanno completato il percorso «Bären Grand Prix», lungo 1,6 km.

Un team tutta grinta al Grand Prix di Berna

Il team comprendeva anche 18 collaboratori Helsana. I volontari hanno sostenuto gli atleti durante il riscaldamento e lungo il percorso: lo scopo era che gli atleti fossero in grado di dare il meglio di sé, mantenere l’orientamento e arrivare sicuri al traguardo. Da quattro anni, i collaboratori Helsana si impegnano come volontari per il prossimo nell’ambito del programma Corporate Volunteering, di cui il Grand Prix è uno dei momenti clou.

Dopo la gara, la collaboratrice Helsana Jasmin era entusiasta: «La gioia degli atleti era contagiosa e la pioggia non ci ha dato alcun fastidio. Tagliare il traguardo insieme agli atleti è stato fantastico. Che momento speciale!»

Tempi record per atleti e accompagnatori

Alcuni atleti hanno tagliato il traguardo segnando record personali, e molti collaboratori Helsana hanno faticato a tenere il passo con loro. Non c’è da stupirsi: gli atleti si allenano due o tre volte alla settimana e sono quindi al top della forma.

Martina, che ha corso insieme al rapidissimo Rinaldo, non riusciva a credere alla propria prestazione: «Ho corso il mio miglior tempo in assoluto. Non mi aspettavo di correre così velocemente.»

Toccare i cuori con il volontariato

Anche Daniel H. Schumutz, CEO di Helsana, ha partecipato attivamente. «Vedere la gioia e la determinazione degli atleti nell’arrivare al traguardo è commovente. È magnifico che la gara degli atleti delle Special Olympics sia integrata nel Grand Prix e che gli atleti partano come tutti gli altri». Schmutz è inoltre molto soddisfatto del fatto che molti suoi collaboratori abbiano partecipato. «Attraverso il volontariato, possiamo toccare i cuori, regalare gioia e mostrare vero impegno». È importante dare il buon esempio e impegnarsi a favore delle persone socialmente svantaggiate. «È bello che molti collaboratori Helsana siano dello stesso avviso».

Collaboratori e atleti ricorderanno una giornata indimenticabile: alcuni sono orgogliosi delle loro prestazioni, mentre altri hanno stretto nuove conoscenze. Helsana ringrazia tutti i collaboratori e la squadra Special Olympics per aver organizzato questo evento unico nel suo genere.

Le Special Olympics sono il maggior movimento sportivo al mondo destinato alle persone affette da disabilità mentale. L’organizzazione mira a far sé che le persone con disabilità mentali possano partecipare dovunque si trovino. Special Olympics aiuta le persone affette da handicap mentale a migliorare le proprie prestazioni attraverso lo sport. In veste di partner Premium e attraverso il contributo dei propri collaboratori (Corporate Volunteering), Helsana si impegna a favore della sezione svizzera di Special Olympics.

Parole chiave

Happy Birthday, Special Olympics!

Quest’anno Special Olympics festeggia il 50° compleanno. Helsana si congratula con un filmato originale.

La bellissima gara di Jonas ad Abu Dhabi

Jonas Schmid, ambasciatore Helsana, agli Special Olympics World Games 2019 ha conquistato il 5° posto ad Abu Dhabi.

Assicurati in modo ottimale

8 Articolo