"Serve sempre qualcuno che prenda il comando."

Per Leonardo Bucci, infermiere esperto di cure urgenti, la tempestività è insita nel suo mestiere. Lo ha dimostrato anche al di fuori del lavoro, rianimando un uomo sul tram.

15.09.2020

Christian Benz

"Quando è successo, stavo ascoltando la musica ed ero assorto nei miei pensieri. Stavo andando a una festa di compleanno di amici. Tutto a un tratto, in testa al vagone del tram si è radunata una folla. Un uomo anziano stava seduto inerte al suo posto, sprofondato nel sedile. Ho agito subito. Insieme ad altri presenti l’ho coricato sul pavimento, controllandone il respiro. In poche parole, ho assunto il comando della situazione. Nel primo soccorso ciò è importante. C’è sempre bisogno di qualcuno che prenda il comando della situazione finché non arrivano i soccorsi. Si tratta di svolgere compiti semplici, per esempio chiedere se qualcuno ha chiamato l’ambulanza. In quel caso stava già arrivando."

È importante agire rapidamente

"Non ho mai saputo perché l’uomo ha avuto il collasso, ma di sicuro il gran caldo aveva fatto la sua parte. Era una giornata estiva afosa. All’epoca seguivo la formazione per diventare infermiere e quindi sapevo bene cosa c’era da fare. È importante reagire rapidamente. Essere vigili quando si è per strada e rivolgersi alla persona senza esitare se si ha l’impressione che questa abbia un problema. Qualche tempo fa ho accompagnato a casa una signora anziana. Mi sembrava confusa. Quando mi sono rivolto a lei, ho avvertito in lei un senso di smarrimento. L’etichetta sul suo deambulatore riportava l’indirizzo della casa di cura dove viveva. Il personale infermieristico ha tirato un sospiro di sollievo vedendoci arrivare. L’uomo nel tram si è ripreso dopo trenta secondi. Lo avevo rianimato. Fa parte del mio lavoro, ma per me è stata un’esperienza davvero singolare."

Parole Chiave