Panoramica

Ridurre i costi dei medicamenti con i biosimilari

I medicamenti più costosi sono quelli biologici, prodotti tramite procedimenti biotecnologici. Con il ricorso a prodotti d’imitazione (biosimilari), sarebbe possibile risparmiare milioni di franchi.​

I medicamenti di origine biotecnologica sono definiti farmaci biologici. Rispetto ai medicinali chimici classici, si contraddistinguono per la loro struttura altamente complessa e per il loro elevato peso molecolare. I medicinali biologici vengono ricavati da o per mezzo di organismi biologici e sono costituiti da proteine, zuccheri o acidi nucleici presi singolarmente o in combinazione. I farmaci biologici hanno rivoluzionato la terapia legata ad alcune malattie e fatto progredire i concetti di trattamento di patologie acute o addirittura a rischio di decesso, come cancro, artrite reumatoide, diabete e emopatie. Il potenziale di risparmio risiede nei preparati che "imitano" i farmaci biologici, i cosiddetti biosimilari. La definizione di un biosimilare è un farmaco di origine biotecnologica che contiene una versione di un principio attivo di un medicamento biologico già approvato (farmaco di riferimento). I biosimilari sono praticamente le versioni generiche dei biologici.

Il ricorso a un biosimilare in sostituzione del prodotto originale contribuisce a risparmiare sui costi della salute e a contrastare l'aumento annuo dei premi, senza compromettere la qualità e la sicurezza del trattamento. Nel 2016, a causa dell'assenza di norme di legge e di stimoli finanziari (come ad es. quelli per i generici) e delle esitazioni dei medici per via di preoccupazioni legate alla sicurezza, i biosimilari si sono imposti sul mercato in modo insufficiente. In futuro il mercato dei farmaci biologici è destinato ad aumentare rapidamente e forse è solo una questione di tempo prima che superi i due o addirittura tre miliardi di franchi annui. Se per via dell'assenza di regolazione dei prezzi e della carenza normativa i biosimilari non venissero sviluppati, la scadenza dei brevetti legati ai farmaci biologici non comporterebbe conseguenze dal punto di vista economico.

Temi con questo articolo

Politica sanitaria

8 Articolo