Panoramica

Morso di zecca: che fare?

Nei mesi caldi vorremmo uscire dopo la stagione fredda ma si attivano anche le zecche. Chi scopre una zecca aggrappata al corpo deve sapere come rimuoverla e per quali sintomi rivolgersi a un medico.

Alle zecche piacciono le parti del corpo calde e umide. Di conseguenza bisogna analizzare con attenzione le parti del corpo seguenti:

  • Ascelle
  • Spalle
  • Nuca
  • Attaccatura dei capelli
  • Ombelico
  • Cavità del ginocchio
  • Gomito

Perché le zecche vanno rimosse?

Le zecche possono trasmettere agenti patogeni. Per evitarlo, le zecche devono essere rimosse immediatamente. Gli agenti patogeni della borreliosi non vengono trasmessi subito. Poiché i batteri entrano nel corpo umano attraverso le escrezioni della zecca, la trasmissione è relativamente improbabile nelle prime 8-24 ore. Trovandosi nelle ghiandole salivari della zecca, invece, gli agenti patogeni della meningoencefalite da zecca (TBE) si trasmettono già al momento della puntura.
La vaccinazione anti TBE protegge solo dalla meningoencefalite da zecca (TBE), non dalla borreliosi.

Per maggiori informazioni su decorso e sintomi della borreliosi potete leggere il nostro post dedicato.

Morso di zecca o puntura di zecca

Anche se comunemente si parla spesso di morso di zecca, in realtà le zecche pungono. L’apparato boccale delle zecche si compone di un apparato pungente e un apparato succhiatore. Per succhiare il sangue, per prima cosa la zecca pratica un foro sulla pelle. Con l’aiuto del suo uncino, poi, si fissa alla pelle e succhia il sangue attraverso il rostro.

Qual è il modo giusto per rimuovere le zecche?

Per rimuovere completamente una zecca prendetela con una pinzetta, una carta togli-zecche o un gancio togli-zecche. Afferrate la testa della zecca ed estraetela lentamente. Controllate se avete preso tutta la zecca o se nella ferita sono rimaste parti boccali. Per finire, disinfettate la ferita.

Durante la rimozione della zecca prestate attenzione a quanto segue:

  1. Tirate la zecca senza farla ruotare.
  2. Con la pinzetta afferrate sempre la testa, mai il corpo.
  3. Non estraete la zecca con le dita, altrimenti aumenta il rischio di infezione perché potreste schiacciarla. Saliva e contenuto degli intestini della zecca potrebbero riversarsi nella ferita.
  4. Non tentate di bruciare la zecca né di irrorarla con olio o alcol.

Morso di zecca: quando è raccomandabile rivolgersi a un medico?

Normalmente, dopo un morso di zecca non è necessaria una visita medica. Se si verifica una di queste situazioni, invece, una consultazione è d’obbligo:

  • Non riuscite a rimuovere la zecca o riuscite a rimuoverla solo in parte.
  • Dopo la rimozione della zecca si forma un arrossamento circolare intorno al morso.
  • Qualche giorno dopo il morso di zecca si presentano sintomi influenzali.
  • Il morso di zecca è infiammato e inizia a suppurare.

Morso di zecca non visto

Se la zecca non è più attaccata alla pelle, un morso di zecca non è sempre riconoscibile con chiarezza. La ferita, infatti, non consente di capire se si tratta di un morso di zecca o di una puntura di zanzara. Disinfettate la ferita e osservatela nei giorni successivi. Se si presenta uno dei sintomi già specificati, visitate un medico.

Assicurati in modo ottimale

9 Articolo