Panoramica

Influenza e raffreddore:questi rimedi aiutano

Con il calo delle temperature arrivano influenza e raffreddori. Questi importanti rimedi casalinghi naturali vi possono aiutare in caso di contagio.

In caso di influenza ci vuole pazienza. Non è possibile accelerare la guarigione. Diversi rimedi della medicina complementare possono però aiutare ad alleviare i sintomi influenzali. In caso di raffreddore, invece, ricorrendo ai giusti rimedi casalinghi è possibile ridurne la durata.

Consigli generali

In caso di influenza o raffreddore è importante bere a sufficienza, preferibilmente acqua, tisane o succhi di frutta. Per compensare la perdita di liquidi bisognerebbe bere un litro in più per ogni grado di temperatura superiore alla normale temperatura corporea.

Riposate. Il vostro corpo può riprendersi solo se gli concedete una pausa.

Se avete la sensazione che vi state raffreddando, sottoporsi a sudorazione può fare miracoli poiché aumenta le difese immunitarie. Fate un bagno caldo con un paio di gocce di olio di timo e bevete una o due tazze di tisana sudorifera (sambuco, fiori di tiglio, fiori di camomilla, zenzero). Mettetevi quindi a letto e copritevi bene. La sudorazione eccessiva non è adatta a chi soffre di problemi cardiaci o di circolazione.

Infezione influenzale o influenza vera e propria?

I sintomi dell’influenza si manifestano all’improvviso: dolori articolari, febbre alta e mal di testa. L’influenza dura circa sette giorni, durante i quali l’ammalato non esce praticamente dal letto. Per una guarigione completa ci vuole ancora una settimana circa. In caso di infezione influenzale inizia a colare il naso e a far male la gola. La febbre non si manifesta sempre. Per guarire ci vuole molto meno tempo. Se non si capisce se si ha un’influenza o un’infezione influenzale, di sicuro non è influenza.

Importante: se dopo una settimana non migliorano i sintomi del raffreddore o dell’influenza, bisogna rivolgersi al medico di famiglia.

Cosa aiuta in caso di febbre?

Impacchi freddi possono aiutare a ridurre la febbre. Impregnate due panni di acqua e aceto e applicateli sui polpacci. Avvolgeteci attorno un asciugamano e copritevi. Quando i panni a contatto con la pelle sono nuovamente caldi, fate nuovi impacchi.

Cosa aiuta in caso di raffreddore?

Sciogliete un cucchiaino di sale in un litro d’acqua. Risciacquatevi il naso. Si libera così la cavità nasale da virus e batteri.

Cosa aiuta in caso di tosse?

La tosse si manifesta di riflesso. Con la tosse, l’organismo cerca di eliminare dei corpi estranei dalle vie respiratorie. Un raffreddore o un’influenza iniziano solitamente con una tosse secca, che dopo un po’ si trasforma in tosse grassa.

Per alleviare la tosse secca, bere latte caldo con il miele o tisane di piantaggine e alla rosa canina. Le tisane di primula odorosa, finocchio, anice o timo sono più indicate per la tosse grassa.

Cosa aiuta in caso di mal di gola?

Le tisane di camomilla, salvia e timo alleviano l’infiammazione, così come il latte caldo con il miele. Anche le caramelle alle erbe e al miele attenuano il mal di gola. Stimolano l’attività delle ghiandole salivari e la gola non si secca.

Molte piante medicinali sono indicate per i sintomi di raffreddamento. Come agiscono sull’organismo?

Edera

Le foglie contengono saponina, che fluidifica il muco bronchiale. L’estratto di edera apre inoltre i bronchi alleviando lo stimolo della tosse. L’edera può essere assunta sotto forma di succo, gocce o pastiglie.

Salvia

Le sostanze tanniche uccidono i germi e proteggono la mucosa in bocca e in gola. Un tè caldo alla salvia si presta particolarmente bene per i gargarismi. Le pastiglie aiutano in caso di mal di gola.

Eucalipto

Le sostanze mirtolo e cineolo hanno effetto espettorante e alleviano i crampi. L’olio essenziale, presente nella pianta, agisce anche come refrigerante. L’eucalipto può essere assunto attraverso la pelle e la respirazione, con bagni all’olio o balsamo.
Primula odorosa
I fiori e le radici di primula odorosa possono essere assunti sotto forma di tisana. Stimolano lo stomaco e di conseguenza i bronchi formano nuovo muco, più facile da espettorare.
Fiori di tiglio

Le mucose proteggono la gola e alleviano lo stimolo della tosse.

Muschio islandese
Tè e pastiglie formano uno strato protettivo sulle mucose irritate. Si allevia così lo stimolo della tosse.
Echinacea
Attivando i fagociti nel sangue e nei tessuti, l’echinacea stimola il sistema immunitario. La pianta è impiegata anche per trattare le infezioni.
Timo

L’olio o il tè di timo hanno effetto espettorante. Combattono le infezioni batteriche delle vie respiratorie. In caso di tosse secca o pertosse, alleviano i crampi.

Consiglio: per un’azione più intensa ed efficace è possibile combinare le diverse erbe.

Assicurati in modo ottimale

9 Articolo