Panoramica

Adeguamento Tarmed – sensato, importante e giusto

L’adeguamento del tariffario per le prestazioni mediche ambulatoriali (Tarmed) riformerà l’ormai obsoleto sistema per risparmiare circa 470 milioni di franchi all’anno. Ma urge una revisione generale.

I costi nel settore sanitario svizzero sono in costante aumento. E dato che i premi vanno inevitabilmente di pari passo con i costi, gli aumenti annuali dei premi divengono per un numero sempre più ampio di economie domestiche insostenibili. Il costante incremento dei costi è dovuto a tanti fattori, tra cui il progresso medico-tecnologico, l’aumento dell’aspettativa di vita e la domanda indotta dall’offerta. Un fattore non trascurabile dell’evoluzione dei costi è anche l’oramai obsoleto tariffario per le prestazioni mediche ambulatoriali: il Tarmed. Circa un quarto dei costi complessivi della sanità proviene infatti dal settore ambulatoriale.

Il Tarmed è obsoleto e deve essere urgentemente revisionato

Dalla sua introduzione nel 2004, la struttura tariffaria del Tarmed finora applicata non è mai stata rivisitata a fondo e non tiene conto ormai da molto tempo dei progressi compiuti in campo medico. Ciò che è peggio è che, sin dall’inizio, il tariffario non è mai stato calzante perché la base dei dati era già obsoleta alla sua entrata in vigore e alcune posizioni tariffali erano state adeguate per ragioni politiche. Un esempio: per un’operazione di cataratta, il tariffario prevede ancora oggi una durata d’intervento di 45 minuti (durata ritenuta normale negli anni 1990), sebbene l’intervento richieda ai giorni nostri non più di un quarto d’ora. Utilizzando un’espressione colloquiale, si può dire che il medico si riempie le tasche dato che gli vengono pagati 45 minuti per un intervento che in realtà dura solo 15 minuti. Queste e altre tariffazioni inadeguate non erano quindi più accettabili, era giunto il momento, dunque, di agire.

Il Consiglio federale dà un segnale importante

Il Consiglio federale è ora intervenuto. Anche perché, nonostante i partner tariffali concordassero sull’impellenza di revisionare il Tarmed, questi non sono mai giunti ad alcun accordo dopo anni di trattative. La bozza di ordinanza del Consiglio federale mandata in consultazione nella primavera 2017 prevedeva un adeguamento della struttura tariffaria che avrebbe permesso di conseguire risparmi di circa 700 milioni di franchi. Dopo aver tenuto conto delle critiche in parte comprensibili e giustificate dei medici e degli ospedali, l’ordinanza definitiva prevede ora pur sempre un risparmio di 470 milioni di franchi. Ciò non corrisponde del tutto alle attese dei membri di curafutura, che propugnavano, attraverso la loro associazione, dei risparmi obiettivamente fondati dell’ordine di 600 milioni all’anno. I risparmi di quasi mezzo miliardo di franchi sono tuttavia sostanziali, in quanto corrispondo pur sempre a circa l’1,5% dei premi. Anche se si dà per scontato che si arriverà a compensazioni da parte di medici e ospedali, il segnale dato è chiaro: se i partner tariffali non si metteranno d’accordo su una revisione, a intervenire sarà il Consiglio federale, il cui obiettivo sarà quello di destare le coscienze.

L’intervento non cambierà nulla riguardo all’assistenza medica prestata alla popolazione. Questo non andrà a intaccare, come affermano invece non pochi specialisti, la qualità dell’assistenza medica né limiterà in alcun modo l’accesso alle prestazioni mediche.

Ora urge una revisione generale

L’adeguamento del tariffario deciso corregge alcune tariffazioni inopportune e i doppi rimborsi, tenendo conto, in una certa misura, dell’evoluzione tecnologica. Rimane da sperare che tale adeguamento faccia ragionare i partner tariffali e che i lavori di revisione dell’obsoleta struttura Tarmed possano riprendere presto. Questo perché occorrono ulteriori misure per attenuare l’evoluzione dei costi nel settore sanitario e garantire il finanziamento del sistema nel lungo termine.

Parole chiave

Prossimi articoli

Dimagrire con facilità

Con le consulenze nutrizionali dimagrire è più facile. Molto gettonati sono i coaching online, facili da integrare nella propria quotidianità.

Trovate il vostro peso ideale

Troppo grassi, troppo magri o giusti? Il nostro consiglio alla ricerca del vostro personale peso ideale.