Novembre 2015

Shopping nel paese dei medicamenti

Nell’assicurazione di base i medicamenti comportano oltre il 20 percento dei costi per le prestazioni. Come consentiamo ai nostri clienti di risparmiare e di usufruire dell’assistenza medica migliore? A occuparsene sono gli acquirenti di prestazioni di Helsana.

Frau

Daniela Zimmermann-Fehr, responsabile Acquisto prestazioni Farmaceutica e dispositivi medici presso Helsana

Le dita della paziente sono infiammate e provocano dolore. Soffre di artrite reumatoide e prende quindi il medicamento Humira. Una confezione costa oltre 800 franchi. Il prezzo viene fissato dall’Ufficio federale della sanità pubblica. Se il medicamento compare nell’Elenco delle specialità deve essere pagato dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Una terapia del genere arriva subito a costare 20 000 franchi, se non di più, all’anno. «Anche in questo caso è possibile comunque risparmiare sui costi», dichiara Daniela Zimmermann-Fehr, responsabile del reparto Acquisto prestazioni Farmaceutica e aggiunge: «Se la paziente avesse l’assicurazione di base presso Helsana, potrebbe acquistare il medicamento da una farmacia con vendita per corrispondenza e avrebbe diritto a prestazioni supplementari gratuite, tra cui il materiale di consumo o l’assistenza terapeutica telefonica.»

Perché tali vantaggi per il cliente siano possibili, Zimmermann-Fehr e il suo team di cinque collaboratori negoziano con partner scelti operanti nel mercato sanitario svizzero, che vanno dai produttori al medico o al farmacista. «Noi addetti all’acquisto di prestazioni ci consideriamo come una sorta di fiduciari dei clienti. Come possiamo procurare loro vantaggi in termini di costi per medicamenti e dispositivi medici? Come garantire loro di potersi permettere di usufruire di un approvvigionamento medico migliore? Noi non acquistiamo però nulla, come invece potrebbe far credere il nome Acquisto prestazioni. Noi negoziamo, invece, con i fornitori per ottenere canali di acquisto più convenienti, per consentire ai clienti di usufruire di sconti, anche attraverso la trasmissione di vantaggi valutari e di accedere a prodotti e metodi migliori per i quali non esiste ancora alcuna omologazione o regolamentazione in Svizzera, ma all’estero.»

Leistungseinkauf Grafik mit Text

Consentire l’accesso a medicamenti vitali

Spesso i pazienti hanno bisogno di un farmaco che non è stato ancora riconosciuto in Svizzera per la loro specifica malattia e che non viene, quindi, pagato dall’assicurazione di base. Ciò può succedere quando gli studi necessari per l’omologazione locale non sono ancora conclusi oppure quando la malattia è molto rara. Tali medicamenti possono essere pagati solo in casi gravi se non esiste altro medicamento omologato e se l’efficacia è dimostrata. In questo caso, sulla base dell’utilità terapeutica, l’assicuratore malattia può decidere l’ammontare del rimborso. «Grazie ai nostri partenariati con le aziende farmaceutiche possiamo consentire ai nostri clienti l’accesso regolamentato a queste terapie innovative.»

I benefici per i clienti sono in primo piano

Nell’esempio della paziente che assume il farmaco per l’artrite reumatoide Humira, Helsana collabora anche insieme alla farmacia con vendita per corrispondenza Rothaus Direct. Questa è specializzata nell’approvvigionamento di medicamenti in caso di malattie reumatiche e del sistema nervoso, tra cui la sclerosi multipla. «Per il cliente, una farmacia con vendita per corrispondenza è una soluzione molto comoda. Questi non deve recarsi apposta in farmacia e il medicamento viene spedito a casa in maniera discreta e rapida, senza dimenticare che il conteggio viene effettuato direttamente con Helsana. Inoltre, è raro che un farmacista abbia in magazzino prodotti molto costosi.» Le farmacie con vendita per corrispondenza rappresentano un esigenza in aumento dei clienti. In Helsana raggiungono quasi il dieci percento del mercato delle farmacie e realizzano un fatturato di 55 milioni di franchi all’anno.

Inoltre, i clienti del gruppo Helsana possono acquistare a prezzi più convenienti la maggior parte dei medicamenti presso Mediservice, xtrapharm e Zur Rose. In tal modo, si risparmiano quasi sette milioni di franchi all’anno. Anche per l’acquisto di occhiali e lenti a contatto gli assicurati ed Helsana possono risparmiare diversi milioni di franchi, grazie a sconti, rivolgendosi all’ottico partner McOptic. «I nostri clienti beneficiano direttamente dei minori costi a loro carico» dichiara Zimmermann-Fehr, «e indirettamente di premi più stabili, perché ogni controllo dei costi contribuisce allo sgravio del sistema sanitario.» Helsana intrattiene anche collaborazioni con le reti di medici, laboratori e fornitori di mezzi ausiliari medicali.

Oltre a essere esperti in questioni mediche, gli addetti agli acquisti di prestazioni devono essere provetti analisti e saper interpretare le informazioni. «Il mercato farmaceutico non si ferma. Seguiamo intensamente gli sviluppi delle terapie farmacologiche e dei metodi d’analisi», spiega Zimmermann-Fehr, che lavora da molto tempo nel settore farmaceutico ed è lei stessa medico. Quando i due partner di negoziazione sono seduti al tavolo, tra loro deve esserci chimica e devono essere disposti a mettere a punto insieme un’offerta proficua per gli assicurati. «Riconosco subito le frasi fatte di marketing senza contenuto e modelli commerciali non realistici.»

Testo: Daniela Schori