Erboristeria

Lavanda - balsamo per l’anima

La lavanda diffonde un profumo indimenticabile che ci fa pensare al sole e al mare. È un balsamo per l’anima che ci fa dimenticare le fatiche della quotidianità. Il suo olio è calmante in caso di infiammazioni e favorisce il sonno sano.

Lavendel gross

Già il famoso Paracelso lodava la lavanda come apprezzato calmante per i nervi. Soleva dire che «essa è un rimedio nobile contro i mali della testa, del cervello e dei nervi perché rinforza, ristora e riscalda». A quei tempi erano in voga i bagni alle erbe. Il bagno alla lavanda era considerato un tonico per i nervi. Si diceva che scacciava i cattivi pensieri, rilassava i nervi troppo tesi, liberava la pelle dal prurito e riscaldava il corpo.

Oltre che per il bagno o il lavaggio dei vivi, la profumata lavanda serviva anche per lavare i morti. Quando fu aperta la tomba del faraone bambino egiziano Tutankhamon nel 1922, gli archeologi rilevarono un intenso profumo di lavanda. Questa avrebbe dovuto aiutare il defunto a trovare la pace e a giungere fresco e pulito alla sua promettente rinascita.

Per avere un’atmosfera rilassata in casa ci vuole una corona di fiori di lavanda. Anche il fumo di lavanda aiuterebbe a trovare la pace interiore. Il profumo, si dice, facilita il distacco dal vissuto.

Contro le infiammazioni e l’irrequietezza

La lavanda ha effetti calmanti sul sistema nervoso centrale, aiuta a trovare la tranquillità interiore, lenisce i dolori gastrici e i disturbi della digestione di origine nervosa. Dà buona prova di sé anche nelle applicazioni esterne: contro le infiammazioni del nervo sciatico e del nervo trigemino, come pure contro l’otite, per la quale riduce il dolore martellante. In caso di punture d’insetti, bruciature e cicatrici della pelle fa veri miracoli. Come bagno agisce favorendo l’irrorazione sanguigna e come rilassante; nei cuscinetti di erbe aiuta a distendersi la sera e ad addormentarsi placidamente. Una goccia di olio eterico sul cuscino fa in modo che il sonno sia ristoratore.

Raccolto prima della piena fioritura

La lavanda è una suffrutice perenne resistente all’inverno, che può crescere fino a un metro di altezza.

La pianta è originaria della zona mediterranea, ma da tempo ha conquistato i giardini e i parchi di tutta l’Europa meridionale. Ramifica fortemente con rami a bacchetta di colore verde-grigio eretti verso il cielo. Dai rami crescono le foglie lanceolate di colore verde-argento, che hanno l’aspetto di aghi leggermente ricurvi. I fiori di colore blu-viola sono molto appariscenti e raggruppati in spighe attorno al gambo. La forza calmante della lavanda sta nell’olio eterico, la cui massima concentrazione si trova nei boccioli dei fiori. Per questo il raccolto si fa poco prima della piena fioritura.