Erboristeria

Melagrana – una bomba di energia rosso rubino

La melagrana simboleggia la vita e la fertilità. Nella menopausa è in grado di stabilizzare l’equilibrio ormonale della donna e incide sulla crescita della prostata nell’uomo. Favorisce la circolazione sanguigna e ridona energia.

Granatapfel: Rubinrotes Kraftpaket

«Che cos’è solo uno all’esterno e mille e uno all’interno?», chiede un antico indovinello turco. È il frutto rosso di un melograno. I numerosi semi collocati sotto la scorza simboleggiano la nascita, l’esplosione della vita dopo una lunga attesa. Le virtù della melagrana sono sempre state associate quindi a un continuo rinnovamento e alla vita eterna. Già per gli antichi Greci la melagrana era il simbolo di vitalità. Le proprietà mediche di questo frutto sono state dimostrate dalla scienza in circa 200 studi. Questi si basano per lo più sui risultati ottenuti in laboratorio, ma la loro validità è stata attestata solo in parte a livello scientifico. Ciononostante, i naturopati consigliano a donne e uomini in età più matura l’assunzione di melagrana sotto forma di succo, tintura madre e olio di semi per fare il pieno di energia e gioia di vivere.

Più efficace del tè verde

Le sostanze della melagrana interessanti dal punto di vista farmacologico sono i polifenoli. Questi proteggono la membrana delle cellule da influssi aggressivi, agendo da antiossidanti. La melagrana ha un effetto antiossidante tre-quattro volte superiore a quello del tè verde. Il frutto lenisce le infiammazioni delle mucose e inibisce la crescita di microbi. I semi, il succo e la scorza contengono i cosiddetti flavonoidi. Queste sostanze hanno un effetto simile all’ormone femminile estrogeno. I semi sono, inoltre, ricchi di calcio, potassio, ferro, vitamina C e preziosi acidi grassi. Sono quindi vere e proprie bombe di energia. Ma anche nella corteccia delle radici si cela un potere segreto: questa contiene, infatti, basse concentrazioni di alcaloidi, motivo per cui nel Medioevo veniva utilizzata come vermifugo. Oggi viene venduta solo in combinazione con un farmaco tibetano.

Elisir, succo e tintura madre

Alcuni studi scientifici dimostrano, inoltre, l’efficacia della melagrana contro l’arteriosclerosi. Essa previene l’ostruzione dei vasi sanguigni e favorisce la circolazione. In più, essa mantiene l’equilibrio ormonale nelle donne e incide sulla crescita della prostata negli uomini. I preparati a base di melagrana agiscono più o meno rapidamente sull’organismo. Chi vuole beneficiare dell’effetto duraturo di questo frutto dovrebbe assumerlo come cura.

Oggi la melagrana viene spesso consumata sotto forma di succo o di prezioso elisir. Rispetto agli elisir che sono più costosi, la tintura madre è meno forte. L’uso vaginale sotto forma di ovulo permette di riequilibrare l’idratazione a livello locale, mentre il preparato spagirico agisce generalmente sugli effetti della menopausa e dell’andropausa.

Caratteristiche

Famiglia

Litracee

Aspetto

Il melograno può raggiungere i cinque metri di altezza e alcuni secoli di età. Non richiede cure particolari, cresce lentamente e predilige un clima molto caldo e secco. I rami possono essere spinosi, le foglie sono strette, allungate, lucide e attraversate da venature rosse. I fiori a forma di tromba sono grandi e, a seconda dell’ubicazione, di color bianco, giallo, arancione o rosso. Il frutto ha una forma sferica, grande quanto una mela. La scorza è inizialmente rossa e si tinge poi di un marrone chiaro.

Ubicazione

Originariamente dell’Asia occidentale e centrale. Cresce in Europa in zone climatiche molto calde e secche come nel Vallese, in Ticino, Italia, Portogallo o Spagna.

Periodo di raccolta (frutti)

Da fine agosto a fine ottobre (bacino mediterraneo)

Utilizzo
Succo di melagrana: attualmente la dose efficace è fissata in funzione a un estratto di 600 mg. Ciò corrisponde a un mezzo bicchiere o a un bicchiere intero di succo di melagrana di buona qualità o a 10-20 ml di elisir di melagrana. Olio di semi: sotto forma di supposte, permette di equilibrare l’idratazione della vagina.
Corteccia del tronco e delle radici: contiene tannini e alcaloidi vermifughi; in Svizzera viene usato in combinazione con un farmaco tibetano contro i disturbi digestivi.
Tintura madre: 20 gocce 1-2 volte al giorno contro i disturbi della menopausa/andropausa.
Preparato spagirico: 3 spruzzi direttamente in bocca 3 volte al giorno.