Frontalieri

Lavorate in Svizzera ma vivete all’estero? Con Helsana i frontalieri possono contare su una copertura assicurativa di prima qualità svizzera, a prezzi equi e interessanti per voi!

Su una pagina informativa separata abbiamo riassunto in maniera comprensibile tutto ciò che bisogna sapere sull'assicurazione per frontalieri.

Domande frequenti dei frontalieri dalla Francia (FAQ)

Qui trovate le risposte alle domande più frequenti della gente che viva in Francia e lavora come frontaliere in Svizzera.

  1. Firmato un accordo franco-svizzero sull'assicurazione malattie dei frontalieri che lavorano in Svizzera e risiedono in Francia
  2. Situazione attuale
  3. Rimborso delle spese mediche francesi in caso di rifiuto del formu-lario E-106 da parte della CPAM
  4. Desidero assicurarmi in Svizzera in base alla sentenza del Tribunale federale 9C_801/2014 del 10 marzo 2015
  5. In base alla sentenza del Tribunale federale, mi sono assicurato in Svizzera ma ora la CPAM rifiuta la registrazione del formulario E-106. Cosa devo fare?
  6. In seguito al rifiuto della registrazione del formulario E-106 vorrei nuovamente disdire la mia assicurazione in Svizzera.
  7. A causa del rifiuto dell’E-106 non ricevo la carte vitale, ma devo andare dal medico.
  8. Chi rientra nel gruppo dei frontalieri?
  9. I frontalieri che lavorano in Svizzera e sono domiciliati in uno stato UE/AELS devono stipulare un’assicurazione malattia in Svizzera?
  10. Attività lavorativa in più Stati – dove devo assicurarmi?
  11. Anche i familiari dei frontalieri devono assicurarsi presso Helsana?
  12. Esiste un nuovo diritto di scelta dell’assicurazione in caso di cam-biamento dello stato di famiglia ?
  13. Quale ufficio cantonale è competente per voi come frontalieri?
  14. I frontalieri possono stipulare anche assicurazioni integrative presso Helsana?
  15. Dove possono ricevere prestazioni mediche i frontalieri?
  16. Come funziona il disbrigo delle prestazioni per i frontalieri?
  17. Quali termini di disdetta vigono per i frontalieri?
  18. Cessazione dell’attività lucrativa in Svizzera
  19. Cosa succede se andate in pensione?
Tornare su

Firmato un accordo franco-svizzero sull'assicurazione malattie dei frontalieri che lavorano in Svizzera e risiedono in Francia

Alla comunicazione dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali >

Come probabilmente ha già saputo dai media, ci sono novità per quanto riguarda la tematica sulla doppia assicurazione per i frontalieri francesi. Questa situazione sarà risolta tramite un accordo che entrerà in vigore il 1° ottobre 2016.

Come assicuratore malattia stiamo aspettando ulteriori precisazioni dall'Ufficio Federale per quanto riguarda la realizzazione. In questo momento non possiamo emettere nessun formulario E-106.

Appena il processo sarà più chiaro riceverà ulteriori informazioni.

La invitiamo pertanto a voler ancora pazientare, in quanto le sue domande in questo momento non possono essere risposte concretamente.

Tornare su

Situazione attuale

Il "Tribunal des Affaires de la Sécurité Sociale de Mulhouse" ha emesso in data 29 febbraio 2016 un verdetto a favore dei lavoratori frontalieri, contro il quale la CPAM ha presentato ricorso presso la "Corte d'appello" di Colmar. La Corte d'appello deve ora conferma o annullare la sentenza. Nel caso che altri "Tribunaux des Affaires de la Sécurité Sociale" dovessero emettere un verdetto, la Corte d'appello dovrà prendere una presa di posizione. Pertanto per il momento non ci saranno adeguamenti nei processi attuali (rimborso delle prestazioni, E-Formulari ecc.).

Abbiamo informato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) a Berna sulla problematica della doppia copertura assicurativa, che insieme all’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) e al Governo francese stanno elaborando una soluzione per definire la procedura da seguire.

Anche noi, come voi, attendiamo ulteriori informazioni e al momento non possiamo fornirvi maggiori ragguagli Pertanto vi invitiamo a pazientare ancora.

Tornare su

Rimborso delle spese mediche francesi in caso di rifiuto del formu-lario E-106 da parte della CPAM

Helsana fa tutto il possibile per trovare una soluzione soddisfacente.

Le fatture vengono conteggiate nei limiti del possibile secondo il diritto francese, inclusi i costi per cure dentarie. Ciò significa che la partecipazione ai costi viene riscossa secondo il diritto francese. Abbiamo elaborato tutte le pendenze accumulate per le fatture delle spese mediche. Attualmente le fatture vengono elaborate di volta in volta, per cui adesso si può contare su un rimborso veloce.

Tuttavia, qualora non fosse possibile un rimborso secondo il diritto francese, i costi vengono assunti in base al diritto svizzero conformemente alla LAMal e viene fatturata la partecipazione ai costi della Svizzera (franchigia annua e aliquota percentuale del 10%).

Per verificare un rimborso, vi preghiamo di inviarci le fatture originali, le prescrizioni e i giustificativi di pagamento. Non possono essere effettuati rimborsi a fronte di copie.

Vi preghiamo di apporre un’etichetta su ogni fattura con il vostro numero d’assicurato e inviare i vostri giustificativi al seguente indirizzo:

Helsana
Servizio clienti internazionale KUAF
Casella postale
CH – 8081 Zurigo

Tornare su

Desidero assicurarmi in Svizzera in base alla sentenza del Tribunale federale 9C_801/2014 del 10 marzo 2015

La sentenza del Tribunale federale stabilisce che i frontalieri che in passato non hanno esercitato formalmente il loro diritto di scegliere l’assicurazione devono assicurarsi in Svizzera.

Questa disposizione riguarda principalmente i frontalieri il cui luogo di lavoro è situato a Basilea-Città e Basilea-Campagna, nonché i cittadini svizzeri che finora non sono registrati come tali presso l’ufficio cantonale competente del cantone del loro datore di lavoro.

Se finora eravate assicurati privatamente in Francia, al più tardi con effetto dal 1° giugno 2015 è avvenuta la riassegnazione obbligatoria locale nella CMU statale.

Tenuto conto della situazione attuale in Francia, vi preghiamo quindi di chiarire con la vostra CMU se potete disdire la vostra affiliazione presso la CMU in virtù della sentenza del Tribunale federale svizzero. Solo se la CMU conferma che la relativa affiliazione può essere cessata, potete richiederci un’offerta, in modo da evitare una doppia copertura assicurativa, in quanto la Francia non è vincolata alla sentenza del Tribunale federale.

Tornare su

In base alla sentenza del Tribunale federale, mi sono assicurato in Svizzera ma ora la CPAM rifiuta la registrazione del formulario E-106. Cosa devo fare?

Questa situazione si verifica se il regolare trasferimento della vostra precedente assicurazione privata nella CMU statale è già avvenuto prima della decisione del Tribunale federale del marzo 2015.

Le Caisses Primaires d’Assurance-Maladie (CPAM) hanno ricevuto un’istruzione, in base alla quale in questi casi non devono più accettare i formulari E-106.

Le possibilità a vostra disposizione sono le seguenti:
  1. presentare entro 2 mesi dal ricevimento della decisione di rifiuto della CPAM un’opposizione scritta all’indirizzo indicato nella lettera (della CPAM) (meglio se tramite raccomandata).
  2. inoltre, dovreste inviare una copia per conoscenza (sia del rifiuto sia dell’opposizione) all’ufficio cantonale competente del cantone del vostro datore di lavoro in Svizzera.
  3. il problema di una conseguente doppia assicurazione è stato comunicato all’Ufficio federale svizzero della sanità pubblica (UFSP).

Tornare su

In seguito al rifiuto della registrazione del formulario E-106 vorrei nuovamente disdire la mia assicurazione in Svizzera.

Il Tribunale federale ha deciso che, mancando un esonero formale dall’obbligo assicurativo svizzero, sussiste l’obbligatorietà della LAMal in Svizzera.

Non appena l’autorità cantonale ha ricevuto una comunicazione relativa all’assicurazione LAMal (ad es., ricezione della copia della polizza LAMal), il dossier risulta chiuso presso il cantone e successivamente non può essere più richiesto un esonero dall’obbligo assicurativo svizzero.

Pertanto non è possibile un esonero dall’obbligo assicurativo svizzero a causa del rifiuto della registrazione dell’E-106. Ciò sarebbe in contraddizione con la sentenza del Tribunale federale. Come frontalieri potete presentare opposizione soltanto in Francia.

Siamo consapevoli del problema della doppia assicurazione e per questo motivo abbiamo coinvolto l’Ufficio federale svizzero della sanità pubblica (UFSP).

Tornare su

A causa del rifiuto dell’E-106 non ricevo la carte vitale, ma devo andare dal medico.

Se la Francia rifiuta la registrazione dell’assistenza reciproca, potete interporre opposizione contro questa decisione.

Dal momento che con l’assicurazione per frontalieri avete la possibilità di scegliere in quale paese effettuare i trattamenti, potete usufruire delle prestazioni mediche anche in Svizzera e conteggiarle tramite noi.

Tornare su

Chi rientra nel gruppo dei frontalieri?

I frontalieri sono persone domiciliate in uno stato UE/AELS che lavorano in Svizzera e dispongono in linea di massima di un permesso G (permesso per frontalieri). I cittadini svizzeri non necessitano di un permesso G.

Tornare su

I frontalieri che lavorano in Svizzera e sono domiciliati in uno stato UE/AELS devono stipulare un’assicurazione malattia in Svizzera?

«Secondo gli accordi bilaterali tra la Svizzera e i paesi dell’UE/AELS, chi ha lo statuto di frontaliere per la Svizzera deve farsi assicurare in Svizzera (assoggettamento all’assicurazione e principio del luogo di lavoro) entro tre mesi dall’entrata in servizio nel posto di lavoro.

Costituisce un’eccezione il principato del Liechtenstein, dove è obbligatorio stipulare l’assicurazione nel paese di domicilio (principio del luogo di domicilio).

Per i frontalieri provenienti da Germania, Francia, Italia e Austria vi è tuttavia il diritto di scelta dell’assicurazione. Tale diritto vi consente quali frontalieri di farvi esonerare dall’obbligo d’assicurazione malattia in Svizzera entro i primi tre mesi dall’entrata in servizio nel posto di lavoro, se desiderate rimanere assicurati nel vostro paese di domicilio.

Una volta esercitato, il diritto di scelta non può essere revocato finché detenete lo statuto di frontalieri.

Tornare su

Attività lavorativa in più Stati – dove devo assicurarmi?

In caso di pluriattività, l’accertamento dell’assoggettamento all’assicurazione è più complesso.

Vi preghiamo di contattare il nostro Servizio clienti Internazionale al numero +41 844 46 84 47 o international.it@helsana.ch.

Tornare su

Anche i familiari dei frontalieri devono assicurarsi presso Helsana?

Sì, se nessuno dei genitori svolge un'attività lucrativa, è disoccupato o percepisce una rendita nel paese di domicilio.

Se uno dei genitori svolge un'attività lucrativa, è disoccupato o percepisce una rendita nel paese di domicilio, tutti i figli che non svolgono un'attività lucrativa devono restare/essere assicurati insieme al genitore.

Sono considerati membri della famiglia i coniugi, i figli minorenni e maggiorenni a carico fino ai 25 anni.

Attenzione: i membri della vostra famiglia che non svolgono un'attività lucrativa devono essere assicurati insieme a voi presso lo stesso assicuratore malattia svizzero. Il premio è calcolato per persona.

Tornare su

Esiste un nuovo diritto di scelta dell’assicurazione in caso di cam-biamento dello stato di famiglia ?

No.

Per i frontalieri francesi, dal 1° febbraio 2013 non esiste più il nuovo diritto di opzione in caso di va-riazione della composizione familiare (matrimonio, divorzio, vedovanza, nascita di un figlio).

Tornare su

Quale ufficio cantonale è competente per voi come frontalieri?

L’ufficio cantonale del cantone del vostro datore di lavoro in Svizzera verifica l’obbligo assicurativo in Svizzera ed è anche competente qualora intendiate farvi esonerare dall’obbligo assicurativo.

Link

Tornare su

I frontalieri possono stipulare anche assicurazioni integrative presso Helsana?

Helsana ha sviluppato il prodotto assicurativo «Swiss Package santé (PDF, 2MB) » esclusivamente per i frontalieri provenienti dalla Francia. Esso risponde alle esigenze specifiche dei frontalieri francesi e comprende, oltre all’assicurazione ob-bligatoria delle cure medico-sanitarie BASIS, le due assicurazioni integrative COMPLETA e HOSPITAL PLUS o COMFORT.

In maniera opzionale può essere stipulata l’assicurazione integrativa per cure dentarie DENTAplus.

Calcolare il premio

Tornare su

Dove possono ricevere prestazioni mediche i frontalieri?

I frontalieri e i familiari coassicurati che non svolgono un'attività lucrativa possono scegliere di farsi curare nel paese di domicilio oppure in Svizzera in conformità alle relative prestazioni obbligatorie definite dalla legge.

  • Se il trattamento ha luogo in Svizzera, viene applicato il diritto svizzero, ossia valgono il catalogo delle pre-stazioni e la partecipazione ai costi dell'assicurazione obbligatoria di base secondo LAMal.
  • Se la cura viene effettuata nel paese di domicilio, valgono le prestazioni obbligatorie legali e le partecipazioni ai costi vigenti in quel paese.


Tornare su

Come funziona il disbrigo delle prestazioni per i frontalieri?

Se sono soddisfatti tutti i requisiti per l'assicurazione per i frontalieri in Svizzera, ricevete da parte di Helsana due formulari E-106 (S1) per l'assistenza reciproca nel paese di domicilio. Vogliate trasmetterli all'assicurazione malattia statale locale "Caisse Primaire d'Assurance Maladie (CPAM)" del vostro dipartimento di domicilio in Francia.

In seguito l'assicuratore vi consegnerà una tessera d'assicurato (carte vitale). Questa tessera vi permette di usufruire di tutte le prestazioni sanitarie definite nel catalogo delle prestazioni obbligatorie del vostro paese di domicilio. Insieme ai formulari E-106 ricevete le informazioni sul modo di procedere.

Helsana vi trasmette inoltre una tessera sanitaria svizzera con la quale potete acquistare senza contanti nelle farmacie svizzere i medicamenti che vi sono stati prescritti dai medici svizzeri. Essa vi serve, anche se dovete recarvi presso un medico o presso un ospedale in Svizzera. Spesso i costi di medici e di ospedali sono fatturati direttamente al paziente. In questi casi dovete saldare voi stessi la fattura e in seguito presen-tare l'originale ad Helsana per il rimborso.

Poiché la tessera d'assicurato di Helsana è anche una tessera europea di assicurazione malattia, essa vi assicura una copertura in caso di malattie acute ed emergenze durante un soggiorno temporaneo all'estero in uno degli Stati UE/AELS secondo le disposizioni del relativo paese.

Promemoria sui soggiorni in Europa >

Tornare su

Quali termini di disdetta vigono per i frontalieri?

Se avete già un’assicurazione malattia in Svizzera e desiderate optare per un altro assicuratore malattia svizzero, devono essere rispettati i termini di disdetta legali (31 marzo e 30 novembre).

Il passaggio può avvenire alla fine di un semestre (30 giugno o 31 dicembre). Vi preghiamo di osservare che la disdetta deve essere effettuata per iscritto e deve pervenire al vostro attuale assicuratore secondo la LAMal al più tardi nell’ultimo giorno lavorativo prima della scadenza del termine di disdetta.

Contrariamente all’assicurazione di base, nel caso delle assicurazioni integrative i termini di disdetta variano da cassa malati a cassa malati. Trovate la regolamentazione esatta nelle relative condizioni d’assicurazione.

Tornare su

Cessazione dell’attività lucrativa in Svizzera

Una volta terminata la vostra attività lavorativa in Svizzera e/o se siete disoccupati, non sottostate più all’obbligo assicurativo in Svizzera.

Uno scioglimento del contratto è peraltro obbligatorio nel momento in cui finisce l’attività lucrativa in Svizzera senza dover rispettare un termine di disdetta.

A tal fine, Helsana ha bisogno dei seguenti documenti:
  1. una lettera di disdetta a Helsana con l’indicazione del motivo dell’uscita;
  2. una copia della conferma di disdetta del vostro contratto di lavoro;
  3. certificato di assicurazione della vostra nuova assicurazione malattia nel paese di domicilio o certificato dell’assicurazione contro la disoccupazione (ad es., Pôle Emploi in Francia)

Per qualsiasi dubbio vi preghiamo di contattare il nostro Servizio clienti internazionale al numero +41 844 46 84 47 o all’indirizzo international.it@helsana.ch.

Tornare su

Cosa succede se andate in pensione?

Quando andate in pensione e terminate quindi la vostra attività lucrativa in Svizzera, l’assicurazione può essere disdetta a determinate condizioni.

Ma poiché in caso di fruizione di una rendita è possibile che continui a sussistere l' obbligo assicurativo in Svizzera, vi consigliamo di contattare preventivamente il nostro Servizio clienti Internazionale al numero +41 844 46 84 47 o all’indirizzo international.it@helsana.ch.