Sulla nostra azienda

Il gruppo Helsana è l'assicuratore malattia e infortuni leader in Svizzera. Ai suoi clienti privati e aziendali offre un'assistenza integrale nell'ambito della salute e della previdenza nonché in caso di malattia e infortunio.

Posizioni

Le posizioni di Helsana in breve: nei documenti di posizione, il gruppo Helsana spiega la propria posizione in merito a questioni e problemi importanti del mercato sanitario.

  1. Approvvigionamento di medicamenti in Svizzera
  2. Catalogo delle prestazioni
  3. Compensazione dei rischi
  4. Farmaci orfani (orphan drug)
  5. Health Technology Assessment
  6. Managed care e approvvigionamento integrato
  7. Medicina personalizzata
  8. Obbligatorietà assicurativa
  9. Sistema di premi pro capite
  10. Sospensione delle prestazioni
Tornare su

Approvvigionamento di medicamenti in Svizzera

Il prezzo dei medicamenti andrebbe sottoposto ogni anno a un esame e l’importazione parallela dovrebbe essere possibile anche per i medicamenti protetti da brevetto. La prassi di omologazione andrebbe accelerata per garantire l’accesso rapido alle innovazioni. La pratica mostra che nonostante le chiare regole dei prezzi a livello di Ordinanza vi è margine d’azione per una determinazione concreta di un medicamento da parte delle autorità. Il modello della prevalenza introdotto rende tali regole ancora più complesse. Ai fi ni della trasparenza, i prezzi proposti e le decisioni dell’UFSP dovrebbero essere pubbliche. Finché l’UFSP defi nisce i margini dei prezzi dei medicamenti, il falso incentivo (il medico trae vantaggio dalla consegna dei medicamenti nel suo studio) va arginato con una riduzione dei margini. Ideale sarebbe però un cambio di sistema: gli assuntori dei costi dovrebbero poter negoziare le condizioni con i rispettivi canali di consegna.

Documento di posizione Approvvigionamento di medicamenti in Svizzera (PDF, 333KB)

Tornare su

Catalogo delle prestazioni

L'accesso all'approvvigionamento medico di base viene garantito da un lato con l'obbligatorietà assicurativa e dall'altro con il catalogo delle prestazioni definito in maniera unitaria. L'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) assume per legge soltanto le prestazioni efficaci, appropriate ed economiche. Helsana ritiene che tutte le prestazioni nell'AOMS debbano in ogni caso essere indicate dal profilo medico e motivate secondo i criteri della evidence based medicine (ossia sulla base dell'efficacia dimostrata scientificamente ed empiricamente). Per garantire l'autorizzazione di nuove prestazioni e il controllo sistematico del catalogo delle prestazioni, anche in Svizzera vi è bisogno di un assessment (HTA), ossia di un procedimento di valutazione ben definito.

Tornare su

Compensazione dei rischi

La compensazione dei rischi, oggi definitivamente radicata nella legislazione, tiene conto di età, sesso nonché della degenza stazionaria nell’anno precedente (minimo 4 giorni); tuttavia non rappresenta adeguatamente in particolare i malati cronici e i pazienti che causano costi elevati con spese di cura ambulatoriali. Per questo motivo Helsana auspica un ulteriore perfezionamento della compensazione dei rischi e sostiene l’introduzione di una soglia per i costi dei medicamenti prevista dall’inizio del 2017. Dall’inizio del 2019, la compensazione dei rischi andrebbe completata con i costi medi di determinati malati cronici che possono essere identificati sulla base dei medicamenti da loro assunti (i cosiddetti "pharmaceutical cost group"). A medio e lungo termine, la compensazione dei rischi deve essere ulteriormente perfezionata, in particolare modo per quel che riguarda l’ambito stazionario, anche se non si deve arrivare a una compensazione dei costi.

Tornare su

Farmaci orfani (orphan drug)

La soluzione di finanziamento speciale prescritta dal Consiglio federale non fornisce una risposta alla questione centrale della valutazione equa costi/beneficio nel caso singolo di medicamenti il cui impiego non rientra nelle limitazioni vigenti. L’assicuratore può respingere le accuse di una valutazione arbitraria del beneficio solo se sussistono criteri ben definiti. Pertanto Helsana ha elaborato un modello scientifi co per la valutazione del beneficio ed è favorevole a una sua introduzione in tutto il settore. L’obiettivo del modello è di potere rimunerare a un prezzo equo i medicamenti innovativi off-label con un rapporto costi/beneficio accettabile. In questo modo le persone con malattie gravi possono accedere ai medicamenti di cui hanno urgentemente bisogno.

Documento di posizione Farmaci orfani (PDF, 186KB)

Tornare su

Health Technology Assessment

Anche per il sistema sanitario svizzero è consigliata una procedura unitaria e istituzionalizzata a livello nazionale per la valutazione di procedure e tecnologie mediche. La Confederazione dovrebbe elaborare una soluzione nazionale; le soluzioni individuali dei Cantoni vanno rifiutate. In tale contesto si dovrebbe poter applicare una procedura di autorizzazione strutturata sulla base di una valutazione dei costi e dell’utilità. In tal modo il catalogo delle prestazioni dell’assicurazione di base resterebbe limitato allo stretto necessario. Per garantire il consenso necessario, l’Health Technology Assessment (HTA) deve restare indipendente dagli interessi individuali e al contempo coinvolgere tutti gli attori del sistema sanitario. Idealmente ciò avviene mediante il coordinamento tra i partecipanti di istituzioni ed enti già esistenti.

Documento di posizione Health Technology Assessment (PDF, 145KB)

Tornare su

Managed care e approvvigionamento integrato

Benché il progetto di managed care sia stato respinto dal popolo e dai Cantoni nel mese di giugno 2012, i modelli alternativi d'assicurazione continuano a incontrare un successo crescente. Nel frattempo oltre il 60 per cento di tutti gli assicurati ha aderito a un modello alternativo d'assicurazione. In questo modo rinuncia volontariamente alla libera scelta del medico e si affida a un modello gatekeeping con sconti sui premi. Le esperienze di Helsana e vari studi scientifici dimostrano che grazie alle cure integrate e al conseguente atteggiamento attento ai costi all'interno delle reti sono possibili notevoli risparmi sui costi delle prestazioni anche dopo la depurazione dai rischi. Helsana continua a essere convinta che le varie forme e attività nell'ambito delle cure integrate, segnatamente in vista della migliore compensazione dei rischi, contribuiscono durevolmente al contenimento dei costi nel settore sanitario.

I modelli alternativi sempre più richiesti (Articolo nella rivista senso, febbraio 2012)

Les assurés donnent un signal fort (Articolo nella rivista Standpunkt, dicembre 2011; solo in tedesco e francese)

Studio scientifico

Tornare su

Medicina personalizzata

Gli sviluppi nel campo della medicina personalizzata presentano un enorme potenziale, sia per l’assistenza ai pazienti sia per gli enti che ne assumono i costi. Per tale motivo Helsana accoglie positivamente questa nuova tendenza. Tuttavia è necessario defi nire condizioni quadro che permettano di sfruttare le opportunità e contemporaneamente limitare i rischi. La remunerazione per le nuove possibilità di trattamento deve restare adeguata e i costi dei medicamenti non possono aumentare a dismisura. Per quanto concerne il rimborso si applica ciò che sostanzialmente vale per tutte le modifi che della gamma delle prestazioni nell’ambito dell’assicurazione malattia: l’accesso rapido alle innovazioni deve essere garantito senza dover tollerare limitazioni ai criteri già defi niti di effi cacia, appropriatezza ed economicità.

Documento di posizione Medicina personalizzata (PDF, 340KB)

Tornare su

Obbligatorietà assicurativa

Helsana riconosce l'obbligatorietà assicurativa come importante conquista del sistema sanitario svizzero. L'obbligatorietà garantisce l'accesso illimitato all'approvvigionamento medico di base per l'intera popolazione. Mediante il sistema dei premi pro capite con la riduzione individuale dei premi (sussidi), il finanziamento dell'approvvigionamento sanitario è garantito. Un sistema assicurativo con obbligo d'ammissione e premio unico necessita tuttavia di una compensazione dei rischi ben funzionante. Tale compensazione va migliorata ulteriormente il più presto possibile.

Tornare su

Sistema di premi pro capite

Il finanziamento parziale (i cantoni partecipano tramite le imposte ai costi per le prestazioni ospedaliere stazionarie) dell'approvvigionamento medico di base mediante premi pro capite ha il vantaggio che l'onere del finanziamento può al contempo essere strutturato in maniera solidale e socialmente sostenibile: con la riduzione individuale dei premi (sussidi), le persone in situazioni economiche modeste ricevono un sostegno finanziario. Al contempo, con il sistema di premi pro capite si rafforzano l'autoresponsabilità e la trasparenza dei costi: i premi seguono in linea di massima lo sviluppo dei costi. Il sistema è finanziato e non vengono accumulati deficit a carico delle generazioni future. Helsana è dunque a favore del mantenimento del sistema di premi pro capite e pretende una strutturazione adeguata dei sussidi e delle possibilità di deduzione fiscale.

Tornare su

Sospensione delle prestazioni

Il Parlamento ha attenuato per l'inizio del 2012 le conseguenze della sospensione delle prestazioni (sospensione della copertura assicurativa in caso di morosità): nel caso vi sia un attestato di carenza di beni, i cantoni assumono l'85 per cento dei premi arretrati e dei costi maturati. Al contempo viene così abolita la sospensione delle prestazioni in seguito a premi arretrati. I cantoni possono tuttavia decidere se tenere cosiddette liste nere delle persone che non pagano i loro premi e limitare a cosiddette misure d'emergenza il loro accesso all'approvvigionamento medico. Helsana si rammarica di questo cambiamento di sistema poiché impedisce un'attuazione unitaria a livello nazionale dell'obbligatorietà assicurativa. Inoltre, con l'abolizione della sospensione delle prestazioni l'autoresponsabilità si indebolisce. Oltre alla riduzione individuale dei premi, non sono dunque necessari ulteriori strumenti per attenuare le conseguenze del ritardo nei pagamenti. Gli assicuratori devono assumere autonomamente il rischio di pagamenti arretrati